Decreto di agosto proroga termine riscossione

News da parte di Studio Pucci, partner del Network www.consulentiaziendaliditalia.it, il network nr. 1 in Italia che racchiude i migliori aziendalisti.

Ripartono le riscossioni di rateizzazioni e rottamazione tasse e tributi

Dal 15 ottobre riprendono le attività di riscossione fiscale dopo lo stop concesso a fronte dell’emergenza
Coronavirus. Di seguito le procedure che verranno adottate.
Parliamo del decreto 104/2020, più comunemente noto come decreto di agosto, e che a breve è stato
convertito in Legge. Con tale decreto si è prevista la proroga della sospensione dei termini di pagamento
delle somme affidate all’Agenzie della Riscossione dal 31 agosto 2020 al 15 ottobre 2020. In particolare,
l’art. 68 del DL 18/2020 come modificato dall’articolo 99 del Decreto Legge 104/2020, prevede che sono
sospesi i termini dei versamenti scadenti nel periodo dall’8 marzo al 15 ottobre 2020, derivanti da cartelle
di pagamento emesse dagli agenti della riscossione.
Per l’effetto delle modifiche apportate, i versamenti sospesi dovranno essere effettuati entro la data del 30
novembre 2020.
In particolare, la sospensione interessa:
– cartelle o somme affidate all’Agente di Riscossione, il cui termine di pagamento dei 60 giorni dalla
notifica della cartella viene sospeso fino al 15 ottobre 2020;
– cartelle o somme affidate in rateazione alla data dell’8 marzo 2020 con riferimento alle rate mensili
scadenti dall’8 marzo 2020 al 15 ottobre 2020. In questo caso entro il 30 novembre 2020 devono
essere versate tutte le rate non versate perché sospese;
– fino al 15 ottobre 2020, ci sarà uno stop per i fermi amministrativi, per le iscrizioni di ipoteca, per i
pignoramenti, per le esecuzioni e per tutte le attività cautelari e esecutive finalizzate alla
riscossione.
– Lo stop opera fino alla data del 30 novembre 2020 per i carichi i cui termini di versamento cadono
nel periodo di sospensione dall’8 marzo 2020 al 15 ottobre 2020 (i cui termini di versamento
scadono il 30 novembre).
E’ raccomandabile per i contribuenti l’esame delle proprie posizioni entro il 15 ottobre 2020 in quanto:
– le istanze di rateazioni presentate entro il 15 ottobre 2020 saranno soggette ad un regime di
decadenza meno rigido rispetto a quello vigente, ovvero, la decadenza opererà nel caso di mancato
pagamento di 10 rate in luogo del mancato pagamento di 5 rate;
– le somme dovute con riferimento a carichi già scaduti alla data dell’8 marzo 2020 non sono
interessate dalla sospensione. Tuttavia, per tali carichi opera la sospensione delle attività della
riscossione coattiva e, pertanto, ancorché scaduti non potranno dare luogo, fino alla data del 15
ottobre 2020, all’adozione di azioni cautelari ed esecutive. Per tali carichi le azioni cautelari ed
esecutive riprenderanno già dalla data del 16 ottobre 2020.
Inoltre, i carichi riconducibili a istanze per la Rottamazione TER e alle istanze per la definizione Saldo e
stralcio, i cui benefici sono venuti meno per l’effetto del mancato pagamento delle somme dovute
dell’anno 2019, possono essere riammessi a rateazione. Se l’istanza di rateazione è formulata entro il 15
ottobre 2020 si potrà beneficiare del regime di decadenza a 10 rate.
Per altro l’agente della riscossione non può procedere alla notifica delle cartelle di pagamento durante tale
periodo di sospensione.
Il più favorevole regime di decadenza a 10 rate opera anche per i piani di rateazione vigenti alla data dell’8
marzo 2020.

I professionisti del nostro Studio restano a disposizione per chiarimenti e per l’assistenza necessaria.

RIVALUTAZIONE DEI BENI DI IMPRESA: UNA OPPORTUNITA’ DA NON PERDERE

News da parte di Studio Pucci, partner del Network www.consulentiaziendaliditalia.it, il network nr. 1 in Italia che racchiude i migliori aziendalisti.

Con il decreto legge di agosto è stata riaperta ed agevolata ancor di più la procedura di rivalutazione dei beni di impresa.
I vantaggi sono molteplici e gli oneri veramente accettabili rispetto ai vantaggi che se ne hanno.
Alleghiamo una nota esplicativa della dottrina specializzata che illustra in sintesi ma nei punti essenziali questa procedura.
Lo studio, con il suo dipartimento fiscale, può assisterla nella richiesta della agevolazione.

N.1 allegato: specifiche della norma agevolativa.

Cordiali saluti
Studio Pucci S.t.p.

Ecco l’allegato in pdf seguente:
La chance della rivalutazione dei beni di impresa: modalità e beni interessati

Distacco di dipendenti esteri in Italia

Distacco di dipendenti esteri in Italia
news dello Studio Pucci

Nonostante l’attuale stasi del mondo del lavoro dovuta al Covid-19, è sempre di pressante attualità la problematica relativa ai lavoratori dipendenti che arrivano sul territorio nazionale in distacco da aziende estere.

Abbiamo ritenuto importante rinfrescare l’argomento sintetizzando le informazioni utili in un articolo mettendolo a disposizione degli imprenditori interessati.

Clicca qui sotto per leggerlo
http://www.reconta.com/wp-content/uploads/2020/07/Distacco-lavoratori-esteri-in-Italia.pdf

Link della news:http://www.studiopucci.com/distacco-di-dipendenti-esteri-in-italia/

GLI STRUMENTI DI SALVAGUARDIA del patrimonio personale

GLI STRUMENTI DI SALVAGUARDIA del patrimonio personale previsti dalla normativa italiana, informativa dello Studio Pucci (partner del network https://www.consulentiaziendaliditalia.it/):
🔹 il PATTO di FAMIGLIA,
🔹 il FONDO PATRIMONIALE,
🔹 gli ATTI di TRASFERIMENTO dei BENI destinati a realizzare interessi

GLI STRUMENTI DI SALVAGUARDIA del patrimonio personale

GLI STRUMENTI DI SALVAGUARDIA del patrimonio personale previsti dalla normativa italiana, informativa dello Studio Pucci (partner del network https://www.consulentiaziendaliditalia.it/):🔹 il PATTO di FAMIGLIA,🔹 il FONDO PATRIMONIALE,🔹 gli ATTI di TRASFERIMENTO dei BENI destinati a realizzare interessi meritevoli.

Pubblicato da Il Commercialista – la tribù dei Commercialisti su Mercoledì 17 giugno 2020

“Il punto sui decreti Covid19: ma chi scrive queste norme?” diretta Facebook di Studio Pucci

Ti informiamo che domani 21 maggio, alle ore 12.00, saremo in diretta Facebook per l’appuntamento del giovedì dal titolo “Il punto sui decreti Covid19: ma chi scrive queste norme?”.
Per seguirci collegati alla nostra pagina https://www.facebook.com/studio.pucci.associati/

Se avessi bisogno di supporto non esitare a contattarci.
Cordiali saluti,

Studio Pucci Law & Tax Advisors s.t.p.