Il successo dell’App, lo strumento per il futuro del tuo studio

Quando si parla di Futuro forse non è del tutto corretto, il mercato delle App è già presente!

Il settore ha generato globalmente entrate per 51 miliardi di dollari, di cui il 22% nell’Ue. Pensa solo che nel mondo sono stati venduti, solamente nel 2012, 700 milioni di ‘smartphone’ e che il totale delle apps ad oggi ammonta intorno al milione!!!
Le applicazioni per i dispositivi mobili possono e debbono essere finalizzate al miglioramento dei rapporti di lavoro con i CLIENTI. E questo vale anche per qualsiasi studio professionale!

Come si fa dunque a non sfruttare un canale di tale portata?

apple.jpgIl commercialista è in crisi non solo per le modificazioni in atto nel mercato: maggiore concorrenza, nuovi strumenti di gestione contabile, bisogno di nuovi servizi, ma soprattutto perché il cliente non da valore al lavoro del commercialista

Al cliente non basta più che il commercialista sia colui che compila la dichiarazione dei redditi e gli fa pagare le imposte. Il cliente vuole di più. Il cliente vuole che il commercialista sia una figura sempre presente e pronta ad aiutarlo nella risoluzione delle questioni connesse tanto alla contabilità, quanto alla gestione aziendale, al marketing, al controllo, etc.

Per questo, abbiamo pensato che sia della massima utilità UN’APPLICAZIONE CHE LO STUDIO POSSA FAR SCARICARE AI PROPRI CLIENTI, in modo da permettere loro di avere lo studio in mano.
Un servizio unico, che sia un vero valore aggiunto ed in grado di aumentare la fidelizzazione dei clienti, permettendo che il tuo lavoro sia realmente percepito e valorizzato!

E da oggi questa applicazione è fruibile dai tuoi clienti sia per sistemi Apple (scarica l’app dimostrativa nell’AppStore, clicca qui: https://itunes.apple.com/it/app/appstudio/id720784723?mt=8) che per sistemi Android (scarica l’app dimostrativa su Google Play: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.appstudio) !

Scopri tutta l’innovazione di un’applicazione ideata su misura per lo studio commercialista e per i suoi clienti, vai su http://appcommercialisti.it/ e riceverai, inoltre, gratuitamente, l’eBook ‘AppStudio’, in cui potrai leggere approfonditamente come sfruttare l’innovazione dell’App per il tuo studio ed aumentare la fidelizzazione dei tuoi clienti! Clicca qui per scaricare: http://appcommercialisti.it/

Non perderti il convegno gratuito ‘Il Commercialista del Futuro’, evento organizzato da Evo Solution Group (www.evosolutiongroup.it), in cui l’App per i commercialisti verrà ufficialmente presentata insieme a tantissime altre innovazioni sul futuro del commercialista, come, ad esempio, l’esternalizzazione contabilità (http://www.libraearies.com/esternalizzazione-contabilita/), diminuendo il personale del tuo studio, lasciando invariato il fatturato, ed ancora il web marketing, il controllo di gestione , la consulenza finanziaria indipendente…

Innovazioni che puoi approfondire anche nel nostro eBook gratuito ‘Il Commercialista del Futuro’ Per scaricare gratuitamente clicca qui: http://ilnuovocommercialista.it/nuovo/ebook-il-commercialista-del-futuro/

L’evento ‘Il Commercialista del Futuro’ è accreditato dall’Ordine di 3 CFC Deontologia, e si svolgerà in tutta Italia a partire dal 30 Ottobre con il primo evento di Bolzano per poi spostarsi a Brescia il 13 Novembre, a Modena il 14, a Firenze il 22 ed ancora a Padova l’11 Dicembre, ad Ancona il 13 Dicembre e a Treviso il 20 Dicembre

Un appuntamento che arriverà sicuramente anche nella tua zona ed a cui non puoi assolutamente mancare!
Richiedi tutte le info su www.evosolutiongroup.it oppure su www.ilnuovocommercialista.it

Con il Margine di Contribuzione sai subito se l’azienda sta generando redditività

Il margine di contribuzione è senza ombra di dubbio la grandezza economica più importante all’interno dell’azienda, imprescindibile nelle scelte strategiche.

Ed in base alla nostra esperienza in tutta Italia, possiamo dire di aver riscontrato, in proporzione, almeno otto aziende su dieci che non lo utilizzano per nulla, ecco, allora, che oggi vogliamo appunto dimostrarvi il perché, secondo noi, sia un valore che non può assolutamente essere trascurato!

Guarda in questo breve video come il margine di contribuzione sia semplicissimo da calcolare e come può fornirti informazioni strategiche fondamentali per la gestione dell’ azienda, vai al seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=6l4cV9S6v_c

L’intera attività dell’azienda viene alimentata dai costi fissi o indiretti, cioè costi di struttura che sosterrebbe anche se la l’attività produttiva restasse ferma. Tra questi costi possiamo individuare, ad esempio, costi per manodopera (che qui in Italia possono essere considerati costi fissi), affitti, leasing, ammortamenti, costi amministrativi e altre voci.

E chi fornisce le risorse per coprire questi costi fissi, senza i quali l’azienda non potrebbe andare avanti? I costi fissi devono essere coperti dal margine di contribuzione!

Ed il margine di contribuzione altro non è che la differenza tra il prezzo di vendita e i costi variabili sostenuti per ottenere quel prodotto

MdC = P-CV

Il margine di contribuzione per ogni prodotto viene dunque utilizzato per coprire i costi fissi dell’azienda. Ovviamente il margine di contribuzione per un solo prodotto venduto non sarà mai in grado di coprire questi costi.

Ma soprattutto è interessante capire quando si crea redditività per l’azienda… Una volta che la somma dei margini di contribuzione per ogni singolo prodotto venduto avrà raggiunto il punto di pareggio del totale dei costi fissi (break even point), a quel punto e solo a quel punto i successivi prodotti venduti genereranno redditività per l’azienda.

E conoscendo il margine di contribuzione per unità di prodotto si può facilmente sapere quante quantità di prodotti l’azienda dovrà vendere per raggiungere il punto di pareggio e coprire interamente i costi fissi d’azienda

Quantità di Equilibrio = CF/MdC = CF/(P-CV)

Attraverso il Margine di Contribuzione possiamo dunque facilmente sapere, in maniera immediata, se si è superato il totale dei costi fissi, generando così utile per l’azienda.

Ed ancora, porsi determinati obiettivi su quantità di vendite e di fatturati o valutare se convenga produrre internamente o all’esterno, quale sia il prodotto in azienda più conveniente, tutto sulla base di un semplicissimo indice, utilissimo, facile da calcolare ma ancora ignoto a moltissimi imprenditori!

Per comprendere al meglio quanto letto finora guarda subito questo breve video su https://www.youtube.com/watch?v=6l4cV9S6v_c

Il Margine di Contribuzione è la grandezza fondamentale su cui il Cruscotto di Controllo basa il controllo della redditività dell’azienda. Richiedi tutte le informazioni ed approfondisci l’argomento su www.cruscottodicontrollo.it

Scopri tutti i dettagli sul Cruscotto di Controllo scaricando gratuitamente l’eBook ‘Cruscotto di Controllo’ su
http://www.cruscottodicontrollo.it

‘Il Commercialista del Futuro’, Convegno Gratuito 3 CFC, Ottobre il 30 a Bolzano – Novembre il 13 a Brescia, il 14 a Modena, il 22 a Firenze – Dicembre l’11 Dicembre a Padova, il 20 a Treviso

La professione del commercialista classico, che si occupa solamente di contabilità, aspetti fiscali e retributivi è ormai da tempo entrata in una profonda crisi.
L’imprenditore non ha più bisogno di pagare qualcuno che gli faccia pagare bene le imposte ma ha bisogno di qualcuno che lo aiuti.

Fai una prova, chiedi ad un tuo cliente o ad un tuo amico imprenditore a cosa gli serve il commercialista. Non riceverai una risposta simpatica…

Vorresti conoscere come sarà la tua professione nel futuro (che è già cominciato…)?
Vorresti evitare le cause che porteranno alla www.lamortedelcommercialista.it?
Vorresti sfruttare la nuova era digitale per rilanciare la tua professione?

Vorresti conoscere quali strade percorrere per continuare a garantire il tuo Futuro ed uscire dalla crisi?

Nell’evento ‘Il Commercialista del Futuro’, organizzato da Evo Solution Group (www.evosolutiongroup.it) ed itinerante in tutta Italia, si illustreranno, appunto quali sono i nuovi orizzonti da solcare per poter risollevare la figura del vecchio commercialista, trasformarla dal classico consulente contabile e fiscale a consulente aziendale a 360°, con competenze trasversali uniche che vanno dal web marketing al controllo di gestione, alla consulenza finanziaria indipendente, dalla ristrutturazione debiti alla capacità di operare in network!

Prima tappa a Bolzano il 30 Ottobre, poi a Brescia il 13 Novembre, a Modena il 14 Novembre, a Firenze il 22 Novembre, a Padova l’11 Dicembre, a Treviso il 20 Dicembre
un convegno gratuito dedicato a tutti i commercialisti ed accreditato dall’ordine con 3 CFC Deontologia!!!

Richiedi tutte le info compilando il form su www.evosolutiongroup.it o su www.ilnuovocommercialista.it

Programma:
• Analisi dei futuri scenari della professione del Dottore Commercialista ( Simone Brancozzi )
• Servizi al cliente ad alto valore aggiunto: Ristrutturazione Debiti, Controllo di Gestione, Web Marketing e Consulenza Finanziaria Indipendente (Simone Brancozzi )
• Razionalizzazione dei costi dello studio ( Simone Brancozzi )
• Personal Branding del Commercialista ( Raniero Iacobucci )
• Formazione/orientamento al cliente ( Raniero Iacobucci )
• Importanza di lavorare in Network ( Osvaldo Giampaoli )
• L’esperienza del Commercialista negli Stati Uniti: il futuro è nella Consulenza Finanziaria Indipendente ( Michele Quinto )

Relatori
Prof. Simone Brancozzi, Docente e Dottore Commercialista (Esperto di risanamento aziendale, web marketing e controllo di gestione)
Dott. Osvaldo Giampaoli, Dottore Commercialista
Dott. Raniero Iacobucci, Consultant and Trainer
Dott. Michele Quinto, Head of Sales Italia Russell Investments

Un appuntamento imperdibile, dedicato a chi vuole realmente fare un passo avanti e lanciarsi verso una nuova entusiasmante rivalutazione della propria figura professionale! Il modo più utile per unire la formazione professionale (Il convegno ti da 3 Crediti Formativi Deontologia) a ciò che riguarda il tuo futuro!

E se intanto vuoi già addentrarti nei temi che si tratteranno al convegno, allora scarica subito gratis il nostro eBook ‘Il Commercialista del Futuro’, clicca qui: http://www.ilnuovocommercialista.it/ebook-il-commercialista-del-futuro/

Leggi le nostre ultime news:

Il crono-programma da osservare per risolvere una crisi aziendale
Il Margine di Contribuzione, una consulenza semplice, efficace e ad alto valore aggiunto!
Come smascherare i ‘millantatori’ del web marketing
Prevenire la crisi già dal momento di massimo splendore dell’azienda!

Il sito web, la piramide-tomba dell’imprenditore!

Quando l’imprenditore si affaccia al mondo web e vuole spingere la propria attività on-line la prima cosa a cui pensa è al sito web della sua azienda.
La concezione dell’imprenditore medio, che non conosce il web marketing lo porta a percepire il web marketing come sito web.
E secondo la propria logica il suo sito dovrebbe essere bello e accattivante, stilisticamente perfetto, un sito in cui potersi rispecchiare e di cui poterne fare motivo di vanto…

piramide.jpgSe queste sue errate convinzioni venissero assecondate da chi si propone come suo consulente di web marketing, ecco che il sito web difficilmente riuscirebbe a generare nuovi contatti e ad aumentare sostanzialmente le vendite dell’azienda, facendo miseramente fallire l’intero sistema…

Quando si studia una strategia di web marketing, infatti bisogna partire dal concetto di base che il sito web è la PIRAMIDE-TOMBA dell’imprenditore e non serve di per sé a N I E N T E.

Il sito è come l’attaccante di una squadra di calcio: finalizza il lavoro (cioè raccoglie le richieste di contatto) che fa la squadra (cioè il lavoro di comunicazione).

Il sito appunto non cattura gli utenti nella rete, è la comunicazione (ovvero facebook- newsletter…ecc…) che porta la gente a conoscere l’azienda, ed infine l’attaccante, ovvero il sito web, mette la palla in rete, cioè raccoglie la richiesta di contatto, attraverso opportune pagine all’interno del sito definite landing pages. Quindi in una giusta strategia di web marketing se dobbiamo parlare di siti addirittura dovremo parlare di Landing Page e non di SITO.

Fare web marketing vuol dire attuare tutte le più opportune scelte che alla fine di tutto genereranno nuove vendite per l’azienda.

Spesso, per avere un sito bello come vuole, (altro errore tra l’altro, perché dovrebbe decidere lui come va fatto un sito ma chi fa consulenza) l’imprenditore si trova a pagare moltissimi soldi, trovandosi, poi,con uno strumento che non sarà stato fatto nel modo giusto per catturare i contatti (cioè con landing pages fatte ad hoc) e completamente inutile per il fine ultimo del web marketing, aumentare le vendite!

Molte agenzie di web design e non solo, professandosi esperte di web marketing, spesso assecondano le richieste dell’imprenditore, non fornendo quella giusta consulenza che si dovrebbe garantire, pensando solamente ai propri guadagni…

Non lasciarti, quindi, incantare dai numerosi ‘millantatori’ del web marketing, chi ti propone un semplice restyling del sito e asseconda ogni tua richiesta non è sicuramente un vero professionista. A tal proposito ti suggeriamo di vedere questo divertente video su come smascherarli: http://www.youtube.com/watch?v=9befaGSk48E

Quando decidi di creare un sistema di web marketing per la tua attività ti occorre qualcuno che ti guidi e ti supporti nelle numerose scelte da affrontare. Il team di www.webmarketingitaliano.it ti fornisce un servizio di consulenza web marketing completo, dalla creazione e gestione del sistema, fino al continuo aggiornamento secondo i nuovi trend del mercato, affiancandoti e proponendoti strategie sempre efficaci e che siano veramente in grado di trovare sempre nuovi clienti!

Un sistema di web marketing deve essere completo, professionale e perfettamente integrato in tutti i suoi aspetti. Rivolgiti dunque a veri esperti del settore e scopri il nostro servizio ‘Trova Clienti’, clicca qui: http://www.controlloaziendale.it/servizi/trova-clienti/

Se invece vuoi acquisire le basi per creare il tuo sistema di web marketing acquista gli eBook della collana ‘Web marketing per Imprenditori e Professionisti’, scritti dal Prof. Simone Brancozzi, al seguente link: http://www.amazon.it/s?_encoding=UTF8&field-author=Simone%20Brancozzi&search-alias=digital-text

Inoltre puoi scaricare gli abstract gratuiti di tutti gli eBook sul Web Marketing sul sito www.mioebook.com

Il crono-programma da osservare per risolvere una crisi aziendale

Come si deve operare affinchè l’azienda esca fuori dalla crisi, una volta ottenuta la sospensiva ex art. 161 comma 6? E quali sono gli atti da compiere durante il periodo di tregua che ci viene concesso (fino a 120 giorni, in proroga fino a 180)?

Dalla richiesta ed ottenimento della sospensiva a come affrontare le fasi di trattativa con i creditori, fino agli istituti giuridici del 182bis o del concordato preventivo, tutti i singoli passi da compiere per poter uscire vincenti dalla crisi!

Nel nuovo video di questa settimana, Soluzioni Crisi Aziendali vi propone un vero e proprio crono-programma con tutte le azioni da svolgere, i tempi e modalità.
Guarda il video completo compilando il form al seguente link: http://soluzionicrisiaziendali.it/videoformazione/
Riceverai anche gratuitamente, in formato excel, il crono-programma che puoi vedere nel video!

Fase 1 – Richiesta ed ottenimento della sospensiva ex art. 161 comma 6

In primis per poter presentare l’istanza occorre recarsi da un notaio per redigere l’atto pubblico per la richiesta di ammissione al concordato. L’advisor poi preparerà l’istanza che dovrà essere depositata in Tribunale da un avvocato che sia residente nel Foro competente, dove ha sede legale l’azienda. La risposta del Tribunale sarà molto tempestiva, generalmente pochi giorni dopo il deposito dell’istanza.

Una volta accolta l’istanza, ogni mese l’azienda dovrà presentare una relazione sull’andamento economico-finanziario della ristrutturazione. Da sottolineare che da Giugno 2013 il Giudice può nominare un Commissario Giudiziale preposto al controllo dello sviluppo e delle operazioni eseguite nella ristrutturazione.

E’ possibile poi come detto in precedenza richiedere una proroga, sempre tramite istanza presentata da avvocato e qualora ci venisse concessa avremo ben 180 giorni di copertura!!!

Ma l’ottenimento della sospensiva è nulla se nello stesso tempo non si provvederà a redigere un piano di ristrutturazione credibile e realmente efficace, occorrerà quindi fin da subito avere chiare le idee di come si procederà nella ristrutturazione…

Questo anche perché all’interno della richiesta di sospensiva ex art 161 comma 6 vanno inserite le linee guida che condurranno al di fuori della crisi l’azienda.
Attenzione: il Tribunale non richiede il piano dettagliato, ma vuole solamente conoscere quali saranno le linee guide perseguite dall’azienda.

Fase 2 – La fase di Trattativa con i creditori

Redatta la bozza del piano ed ottenuta la sospensiva, ecco come proseguire:

– si dovranno iniziare le trattative con i fornitori, con le banche, con i sindacati ed i dipendenti, tutte portate avanti dall’advisor, naturalmente in collaborazione con il commercialista dell’azienda (per tutte le info rivolgiti alla nostra struttura su www.soluzionicrisiaziendali.it o richiedi direttamente una consulenza in privato, via Skype, su http://soluzionicrisiaziendali.it/consulenza/)

– si dovrà attivare l’art. 183 c.f. per quel che riguarda la composizione dei rapporti con l’Agenzia delle Entrate e gli Enti.

Naturalmente l’arte nella trattativa sarà nel far comprendere al creditore che non appoggiare il piano di ristrutturazione ed intraprendere altre strade come ad esempio l’istanza di fallimento, non tutela assolutamente i suoi interessi!

Fase 3 – Soluzioni per uscire dalla crisi

Terminata la fase delle trattative con i creditori, abbiamo quindi due possibili soluzioni da valutare per portare l’azienda fuori dalla crisi. Fare dei feedback durante le fasi di trattativa, per rendersi conto dello stato e del possibile successo delle varie trattative instaurate, può aiutarci a capire quale sia la giusta strada da percorrere:

a) La presentazione di una accordo di Ristrutturazione Debiti ex art. 182bis, completo di tutti quanti gli accordi, a patto che questi accordi raggiungano almeno il 60% dei debiti totali dell’azienda;

b) Iniziare a costruire un’ipotesi di Concordato preventivo liquidatorio, se si constata che non vi è più possibilità di proseguire con l’attività dell’azienda, oppure di Concordato preventivo in continuità, nel quale si preveda la possibilità di continuare con la propria attività

Da tener sempre presente che scegliendo la strada del Concordato Preventivo vi saranno, a differenza di una Ristrutturazione ex art. 182bis, enormi costi di giustizia da anticipare e la nomina di un commissario giudiziale che inevitabilmente andrà ad ostacolare l’amministrazione e di fatto assumerà lui stesso l’amministrazione dell’azienda.

E qualora non fosse possibile né presentare un 182bis, né presentare un Concordato preventivo ex art. 161, ecco che allora si potrebbe profilare una terza soluzione…

Può accadere, e spesso accade, che la tregua concessa dalla sospensiva ex art. 161, abbia avuto un effetto benefico sull’azienda, per la possibilità di non operare più in condizioni di emergenza e di riorganizzarsi, cosicché alla fine dei 180 giorni della sospensiva l’azienda si trovi addirittura in bonis!!!

Sembra difficile da credersi ma la nostra esperienza ci porta a confermare numerosi casi aziendali conclusi proprio con questo lieto fine!

Se vuoi, dunque trovare una soluzione o semplicemente vorresti approfondire l’analisi della tua situazione con un esperto di livello assoluto nel campo delle ristrutturazione crisi, hai a disposizione uno strumento eccezionale, infatti puoi richiedere via skype, in perfetta privacy, e per almeno un’ora, una consulenza privata con il Prof. Simone Brancozzi al costo di 300,00 Euro più Iva con la clausola soddisfatti o rimborsati. Potrai chiedergli qualsiasi cosa. Non perdere l’occasione di avere un consulto che potrebbe salvare la tua azienda contattaci e prenota una consulenza privata.

E se vuoi saperne ancora di più sulla Ristrutturazione Debiti e sulla gestione della crisi, su Amazon puoi scaricare i nostri nuovi eBook della collana ’Gestione e Soluzione delle Crisi Aziendali’, clicca qui: http://www.amazon.it/s?_encoding=UTF8&field-author=Simone+Brancozzi&search-alias=digital-text

Inoltre in regalo per te trovi tutti gli abstract da scaricare gratuitamente della collana ’Gestione e Soluzione delle Crisi Aziendali’ su www.mioebook.com