Sfrutta gli infiniti canali di comunicazione, rendi la tua azienda multimediale e controlla i suoi profili gestionali!

Ecco che cosa ho per te questa settimana:

Con il videobook la tua azienda diviene multimediale
Un numero infinito di canali di comunicazione
I profili gestionali ci dicono se la tua azienda è sana

1. Con il videobook la tua azienda diviene multimediale!

Il videobook è la più importante risorsa dell’e-learning, ovvero quel complesso di servizi che sfrutta i contenuti multimediali ed il Web, per migliorare l’apprendimento e le relazioni che concernono la formazione. I videobooks sono vere e proprie guide all’uso di certi contenuti e/o operazioni. Generalmente, sono raccolti in siti web dedicati (come learnitfirst.com), dove gli utenti iscritti possono scaricare a pagamento i filmati.

I videobooks possono essere prodotti a basso costo dalle aziende, per informare sulle proprie attività, o per creare delle guide all’uso dei prodotti e dei servizi offerti. La pubblicazione online, attraverso i diversi canali di diffusione del Web, garantisce ottime occasioni di visibilità.

Scopri come realizzare al meglio il tuo ‘videobook aziendale’ e come puoi divulgarlo al meglio con un professionale e perfetto sistema di web marketing, richiedi tutte le informazioni sul nostro servizio ‘Trova Clienti’ su http://www.webmarketingitaliano.it/trova-clienti/

Se invece vuoi scoprire come affrontare insieme alla tua azienda la nuova era digitale e promuoverla realizzando veri contenuti scarica subito il nostro nuovo eBook ‘L’importanza dei contenuti nel Web Marketing’, su Amazon, clicca qui: http://www.amazon.it/Limportanza-contenuti-imprenditori-professionisti-ebook/dp/B00C2S82PS/ref=sr_1_9?ie=UTF8&qid=1366784476&sr=8-9

2. Un numero infinito di canali di comunicazione!

La situazione caotica dei media, data dalla loro moltiplicazione, con la conseguente diffusione di nuove forme di editoria, di comunicazione e di interazione, rende la scelta dei canali giusti assai più complessa.

Le organizzazioni possono trarre vantaggio da questo scenario solo se saranno pronte a sfruttare i nuovi canali di comunicazione. Quelle che non sapranno farlo o cercheranno di opporsi, sono destinate a scomparire.

In tale contesto, anziché rivolgersi alle masse attraverso i media convenzionali basati sull’interruzione, il nuovo marketing presta la propria attenzione alle sole persone interessate.

Da una comunicazione pensata per un vasto pubblico con prodotti generici, si passa a forme mirate al raggiungimento di esigue fette di mercato costituite dalle persone che nutrono uno specifico interesse per i prodotti e servizi in questione.

Se senti il bisogno di essere aiutato nella gestione della tua attività, se non riesci più a stare al passo con i ritmi frenetici e con il nuovo modo di fare impresa, prova con il nostro servizio Tutoraggio Aziendale, per tutte le info clicca qui:http://www.controlloaziendale.it/servizi/tutoraggio-aziendale/

Il mondo è cambiato per cui è cambiato il modo di gestire la tua impresa! Con il nuovo eBook ‘Guida alla gestione dell’impresa del futuro’ capirai come il web marketing, la gestione dei collaboratori e il modo di innovare saranno le nuove sfide chiave da affrontare per far sì che la tua impresa possa affermarsi nei prossimi anni!

Cogli al volo dunque questa grande opportunità, clicca qui: http://www.amazon.it/Guida-gestione-dellImpresa-Futuro-ebook/dp/B00AQZE66S/ref=sr_1_3?ie=UTF8&qid=1356088072&sr=8-3

3. I profili gestionali ci dicono se la nostra azienda è sana

Con riguardo ai profili gestionali, economico finanziari e organizzativi, un’azienda può considerarsi sana, qualora si verifichino le seguenti condizioni:

1. Il profilo gestionale deve essere caratterizzato da una strategia che coinvolga i prodotti, il mercato e le tecnologie. Essa deve realizzare un sufficiente grado di equilibrio tra opportunità e minacce ambientali, in maniera tale da ridurre al minimo le possibilità di rischio;

2. Il profilo gestionale deve essere caratterizzato da un’elevata capacità concorrenziale in ciascun prodotto e in ciascun mercato;

3. Il profilo gestionale deve essere caratterizzato da un’equilibrata gestione finanziaria e di tesoreria;

4. È fondamentale un bilanciamento fra le principali variabili economico-finanziarie: è necessaria un’equilibrata relazione fra la variabilità e l’ordine medio di grandezza delle redditività degli investimenti; fra la redditività degli investimenti, il costo dei mezzi dei terzi e il tasso di indebitamento; fra il tasso di ritenzione degli utili, le aspettative di retribuzione del capitale di rischio e le esigenze di autofinanziamento; fra il tasso di autofinanziamento e il tasso di crescita del capitale investito;

5. Il quadro organizzativo risultante dalla configurazione dei diversi fattori organizzativi, individuali, tecnici e sociali deve apparire sufficientemente dotato di flessibilità e creatività, qualità indispensabili per fronteggiare i problemi posti dall’intensa dinamica ambientale.

Il verificarsi congiunto di tutte questi fattori è una condizione necessaria per il mantenimento della buona salute dell’azienda. Specularmente, quando essi non si verificano, ci sono forti probabilità di trovarsi presto in una situazione di crisi aziendale.

Per te imprenditore, se hai bisogno di uno strumento per monitorare costantemente la tua azienda, che ti funga da supporto nella complessa gestione della tua impresa, scopri allora il nostro servizio Cruscotto di Controllo Aziendale, clicca qui: http://www.consulentiaziendaliditalia.it/cruscotto-di-controllo/

Se la tua azienda è, invece, in sofferenza, se si trova in crisi di liquidità, se i debiti con fornitori ed erario ti attanagliano o anche se solamente inizi a percepire i primi sentori della crisi richiedi tutte le informazioni sul servizio Ristrutturazione Debiti, clicca qui: http://www.controlloaziendale.it/servizi/ristrutturazione-debiti-e-soluzioni-crisi-aziendali/

Richiedi subito una consulenza in diretta Webinar con me, Prof. Simone Brancozzi, esperto in Soluzioni di Crisi Aziendali da oltre 30 anni!
Nel giorno e nell’orario che preferisci, fissa subito il tuo appuntamento, clicca qui per contattarmi direttamente: http://soluzionicrisiaziendali.it/#contatto

Inoltre, la nostra nuova collana di eBook su Amazon ‘Gestione e Soluzione della crisi aziendale’ ha come obiettivo quello di farti capire che con l’aiuto di un esperto puoi salvare la tua azienda e guidarla verso acque più sicure. L’importante è elaborare un piano completo ed efficace e avere degli obiettivi raggiungibili per cui ricominciare a lottare.

I primi tre volumi, li trovi già su Amazon, clicca qui per scaricarli: http://www.amazon.it/s?_encoding=UTF8&field-author=Simone+Brancozzi&search-alias=digital-text

La digitalizzazione, uno dei grandi nemici del ‘vecchio’ commercialista!

Il più grande competitor del commercialista, infatti, sarà costituito proprio dalla digitalizzazione. Allorché tutti i documenti contabili saranno disponibili esclusivamente in formato digitale, la contabilità potrà essere interamente effettuata in modo automatico, usando programmi ad hoc.

Già esistono servizi di tal genere per l’elaborazione delle buste paga. Si spediscono (via fax o via email) le presenze giornaliere dei dipendenti ad una casa produttrice di softwares contabili. Questa elabora tutti i dati e rispedisce le buste paga bell’e pronte, in poco tempo e a costi irrisori.

Si intuisce che, se il commercialista vorrà sopravvive a questi cambiamenti, dovrà ampliare l’offerta dei servizi. Anche il professionista, stimato e rispettato, dovrà familiarizzare con i mezzi e le opportunità offerti dall’era digitale. Si tratta di un punto davvero centrale: il futuro sarà sempre più online e sempre meno cartaceo. Ciò sta rivoluzionando il modo di lavorare.

Abbandona pigiama e #TV, supporta i tuoi #clienti e togliti le ansie delle #scadenze

Ecco cosa ho per te questa settimana:

1. Per evitare la www.mortedelcommercialista.it devi vincere 6 a 4 e non più 1 a 0
2. La Ristrutturazione Debiti per non abbandonare il tuo cliente in difficoltà
3. Esternalizzare la contabilità ti toglie l’ansia delle scadenze!

1. Per evitare la www.lamortedelcommercialista.it devi vincere 6 a 4 e non piu 1 a 0

Se non si acquisiscono nuovi clienti, è certo che qualcuno ne perdiamo per mille motivi (concorrenza agguerrita, internet, fallimenti aziende, morte cliente, figli che subentrano ai genitori ecc…) e che quindi siamo destinati a diminuire il fatturato e di conseguenza a diminuire i nostri guadagni.
E voi fate qualcosa di veramente utile per aumentare i vostri clienti?
Se non avete fatto nulla leggete questo messaggio, io l’ho inviato ai miei clienti all’inizio del 2013, vi potrebbe essere utile.

‘Negli ultimi anni non esiste nessun settore industriale che non abbia avuto grossi scossoni e profonde e veloci ristrutturazioni, basti pensare ad esempio al tessile, all’elettronica oppure alla grande industria. Cercando quindi di concentrarci su quello che possiamo governare è indubbio che il nuovo oggi richieda atteggiamenti diversi. Se pensiamo di affrontare il 2013 usando schemi vecchi riusciremo solo a perdere tempo e a sprecare energie. Uno dei nemici principali dell’attività del Commercialista è il benessere e la pigrizia che ne consegue.

Chiunque svolga un’attività commerciale conosce l’importanza di dedicare del tempo a sviluppare relazioni e molti colleghi da tempo seguono, più o meno inconsciamente, questa strategia. Oggi però serve fare di più. L’attenzione al networking deve essere massima e al primo posto nella strategia di un bravo Commercialista: in primis, dunque, nella nuova era digitale è fondamentale valorizzare il proprio brand personale su internet attraverso un sistema professionale di web marketing (come ad esempio il nostro servizio Personal Social Web, per tutte le info vai su http://www.ilnuovocommercialista.it/#benefit2), partecipando ed interagendo, anche e soprattutto sul web, nei momenti importanti della vita sociale di un paese, ad eventi e iniziative locali, iscriversi a community culturali, economiche, sportive essere parte attiva nell’organizzazione, anche sul web, di eventi con amici e potenziali clienti.

Vivere appieno la professione investendo il proprio tempo per sviluppare relazioni costanti con il solo desiderio di conoscere nuove persone e allargare il proprio bacino di contatti, questa è una delle sfide più difficili da vincere se si vuole crescere. Prima poteva essere la chiave di successo dei più bravi, oggi è elemento indispensabile per restare sul mercato.

Se il pigiama, le ciabatte e la TV sono sempre protagoniste delle nostre serate, non riusciremo a crescere come vogliamo consapevoli che oggi, complice la riduzione dei margini e la crescente competizione, aumentare i clienti e il portafoglio è indispensabile per mantenere il tenore di vita attuale. L’approccio al networking puro è faticoso, richiede forte impegno e dedizione ma è la sola strada utile per allargare il giro di conoscenze e creare nel tempo quel clima di fiducia indispensabile per fare il nostro lavoro. Per riuscirci occorre che gli impegni, anche quelli sul web, siano vissuti come momenti sociali in cui si riesce a star bene e si spende del tempo utile per se stessi e gli altri. Occorre soprattutto entrare nella giusta sintonia con la gente.

A seconda della propria situazione familiare occorre poi cercare di coinvolgere i propri cari, dove è possibile, perché condividano i sacrifici ma anche le gioie. Questo diventa quasi naturale se il proprio network si trasforma in amicizie e rapporti consolidati. Solo così è possibile provare a pianificare un approccio dedicato al networking. L’atteggiamento e la programmazione verso questa attività diventano fondamentali.

Questa è la principale differenza rispetto ad un approccio spontaneo che per definizione esclude certe opportunità e rende meno rigoroso il metodo. La prossima serata in cui rientreremo a casa stanchi dopo una dura giornata di lavoro, ci metteremo le ciabatte, il pigiama e crolleremo sul divano con il telecomando in mano decidendo di non dedicarci alla vita sociale sul web, staremo decidendo di perdere delle opportunità, magari anche quella professionale della vita. E in questo caso economia, governi e mercati non c’entrano. Hanno vinto la TV, le ciabatte, la nostra pigrizia.’

Per far sì che nuovi potenziali clienti ti trovino, per aumentare la tua autorevolezza sia sul web che nella vita di tutti i giorni, per sfruttare al meglio il tuo networking, hai bisogno di un sistema professionale di web marketing, per diffondere nella rete la tua figura professionale ed allargare così esponenzialmente la tua base di contatti.

Personal Social Web è il servizio creato per creare, diffondere e consolidare la tua immagine nel web. Un servizio del valore di oltre 6.000 Euro, che puoi ricevere gratuitamente insieme a moltissimi altri benefit entrando nel nostro network di professionisti www.ilnuovocommercialista.it.

Per tutte le info su questo e su tutti gli altri benefit del network, vai su www.ilnuovocommercialista.it

Scarica, inoltre, gratuitamente il nostro eBook ‘Il Commercialista del Futuro’, clicca qui: http://www.ilnuovocommercialista.it/ebook-il-commercialista-del-futuro/

2. La Ristrutturazione Debiti, per non abbandonare i tuoi clienti in difficoltà

Ogni azienda deve agire nella consapevolezza che si sono moltiplicati i fattori che possono innescare una situazione di crisi. Questa si produce a causa di squilibri riscontrabili nella tenuta economica (cioè a livello del rapporto fra domanda e offerta), o a causa di squilibri a livello finanziario (investimenti sbagliati, errata gestione dei capitali, etc.).

Quando non si adottano misure adeguate per prevenirla o limitarla, la crisi aziendale sfocia inevitabilmente nell’accumulo di debiti, per lo più a breve termine. La conseguenza più infausta è l’insolvenza, con rischio di fallimento. Le colpe di tutto ciò sono a volte umane (dovute a scelte manageriali errate), a volte oggettive, legate a fenomeni imprevedibili del mercato. Certamente, la situazione economica globale, caratterizzata da una crisi generalizzata, amplifica tutti i potenziali fattori.

Poiché fronteggiare possibili situazioni di crisi, con conseguenti situazione debitorie, diventa un’esigenza normale per un’azienda, si fa urgente la necessità di qualcuno che sappia gestire e strutturare in modo ottimizzato il pagamento dei debiti, limitando al minimo le perdite. Lo scopo principale è quello di ripagare i creditori, riuscendo a salvare l’attività.

Qui entra in gioco il commercialista consulente aziendale, che deve supportare l’assistito, durante le varie fasi della ristrutturazione dei debiti, il cui scopo è il ristabilimento del perduto equilibrio finanziario.

Puoi scoprire come farlo nel nostro eBook gratuito ‘Il Commercialista del Futuro’, clicca qui per scaricarlo: http://www.ilnuovocommercialista.it/ebook-il-commercialista-del-futuro/

E se condividi la nostra visione sul futuro della professione di Commercialista e cerchi una struttura che sia in grado di supportarti in questa tua trasformazione, contattaci subito sul nostro sito web www.ilnuovocommercialista.it

Guarda le zone libere a disposizione, stanno solo aspettando un consulente proprio come te!
Val seguente link: http://www.ilnuovocommercialista.it/zone-libere/

3. Esternalizzare la contabilità ti toglie l’ansia delle scadenze!

Ecco cosa ti forniamo, ma soprattutto quando te lo forniamo, con il nostro servizio di esternalizzazione:

Fase 5: Produzione Documenti e Chiusura di fine anno

La struttura garantisce di fornire al Professionista ogni 16 del mese i seguenti documenti, tutti esclusivamente in formato pdf:
– Bilancio a sezioni contrapposte alla data del secondo mese precedente (ad esempio il 16 di Ottobre avrete copia del Bilancio al 31 Agosto);
– Copia Registri IVA e Liquidazione IVA.
– Libro Giornale
– Partitari, F24, Blacklist ed Intrastat eventuali (anche con le ritenute)

La chiusura di fine anno, come ben sapete, deve tener conto di alcuni aspetti fondamentali:
RISCONTI: vengono rilevati in corso d’anno. Quando vi sarà una variazione finanziaria a cui non corrisponde una variazione economica verrà subito effettuato il risconto
VALUTAZIONI SOGGETTIVE: ci dovranno essere fornite dallo studio cliente, dopo colloquio con il tuo cliente, le seguenti valutazioni:
Ammortamenti;
Rimanenze;
Svalutazioni;
Esistenza di contratti che danno una competenza economica con una manifestazione finanziaria futura (I Ratei passivi e attivi che non si conoscono) o che comunque non si evincano dalle fatture.

Una volta fornitici questi dati saremo in grado di fornire il bilancio chiuso a fine anno entro il 28/02 dell’anno successivo!!!

Inoltre la struttura metterà a disposizione del tuo studio:
Partitari in Pdf – Bilancio Analitico;
Tutti i dati della comunicazione IVA;
Tutti i dati della dichiarazione IVA;
Tutti i dati per il 770 inerenti la parte delle ritenute;
Stampa Libro Inventari;
Stampa Registro Beni Ammortizzabili con ammortamenti già calcolati.

Per scoprire nel dettaglio tutte le altre fasi del nostro servizio clicca qui: http://www.ilnuovocommercialista.it/esternalizzazione-contabilita/

Esternalizzare le tue contabilità è possibile, noi lo stiamo già facendo con ottimi risultati e vorremo condividere con te questa opportunità.

Cosa ne pensi? Quali sono le tue perplessità?

Contattaci su http://www.ilnuovocommercialista.it/esternalizzazione-contabilita/e ti forniremo tutte le risposte di cui hai bisogno!

E’ tutto anche per questa settimana. E mi raccomando come sempre, non esitare a rispondere a questa e-mail in qualsiasi momento.

Seguici anche sui Social Network:

Facebook:https://www.facebook.com/pages/Il-Commercialista-la-tribù-dei-Commercialisti/155869317820754
Twitter:https://twitter.com/eCommercialisti
LinkedIn:http://www.linkedin.com/groups/Commercialista-tribù-dei-Commercialisti-4031096
Google+: https://plus.google.com/u/0/103410469451825776193/posts

Siti web:

www.ilnuovocommercialista.it
www.consulentiaziendaliditalia.it

La fine degli intermediari, del ‘quanti’ ed il finale di partita

Ecco invece quello che questa settimana ho per voi:

1. Il nuovo marketing e la fine degli intermediari

2. La fine del ‘quanti’ e l’inizio del ‘chi’

3. Strategie per il finale di partita

1. Il nuovo marketing e la fine degli intermediari

La nuova era digitale provocherà (e già sta provocando) una vera e propria rivoluzione, con l’instaurazione di un rapporto diretto tra produttore e consumatore e dunque la fine degli intermediari.

Tutti coloro che si collocano ora all’interno della catena tra consumatore e produttore dovranno necessariamente riorganizzarsi in tal senso.

E questo, spesso, porta conseguentemente, la figura degli intermediari ad osteggiare il cambiamento ed il web marketing presso gli imprenditori, pensando di salvaguardare il proprio posto, ma inevitabilmente danneggiando l’azienda…

Scopri subito quali processi instaurerà questa rivoluzione guardando questo video… clicca qui: https://www.youtube.com/watch?v=5GJ5c-Fd7Yw

Se vuoi far sì che nuovi clienti ti trovino qui su internet hai bisogno di chi si occupi del tuo web marketing e di affidarti a professionisti del settore, clicca qui: http://www.webmarketingitaliano.it/trova-clienti/

Per imparare a sfruttare il Web Marketing e migliorare il tuo business organizziamo per te e per la tua azienda anche corsi e seminari, sia di gruppo che personalizzati!
Per tutte le info sui nostri corsi clicca qui:http://www.webmarketingitaliano.it/corsi-e-seminari/

Per sapere come come comunicare e raggiungere al meglio i vostri potenziali clienti leggi gli eBook della collana ‘Web Marketing per imprenditori e professionisti’, su Amazon, al seguente link: http://www.amazon.it/s?_encoding=UTF8&field-author=Simone+Brancozzi&search-alias=digital-text

2. La fine del ‘quanti’ e l’inizio del ‘chi’

Puntare tutto sulla massa va bene se si parte dal presupposto che i consumatori siano più o meno tutti uguali e che anche se non fosse così sarebbe impossibile distinguerli, sapere chi sono e che cosa vogliono.

Oggi noi sappiamo che non è così e che non solo possiamo conoscerli ad uno ad uno, ma sono loro stessi a dirci che cosa cercano.

Il marketing moderno ha a disposizione degli strumenti che gli consentono di capire chi è disposto ad ascoltare il proprio messaggio e a diffonderlo e non ha più la necessità di rivolgersi a tutti indistintamente.

Il mondo è cambiato per cui è cambiato il modo di gestire la tua impresa! Con il nuovo eBook ‘Guida alla gestione dell’impresa del futuro’ capirai come il web marketing, la gestione dei collaboratori e il modo di innovare saranno le nuove sfide chiave da affrontare per far sì che la tua impresa possa affermarsi nei prossimi anni!

Cogli al volo dunque questa grande opportunità, clicca qui: http://www.amazon.it/Guida-gestione-dellImpresa-Futuro-ebook/dp/B00AQZE66S/ref=sr_1_3?ie=UTF8&qid=1356088072&sr=8-3

Se senti il bisogno di essere aiutato nella gestione della tua attività, se non riesci più a stare al passo con i ritmi frenetici e con il nuovo modo di fare impresa, prova con il nostro servizio Tutoraggio Aziendale, per tutte le info clicca qui: http://www.controlloaziendale.it/servizi/tutoraggio-aziendale/

3. Strategie per il finale di partita

Può sembrare un paradosso, ma è possibile trarre consistenti vantaggi da un contesto caratterizzato da crisi di domanda.

Il problema principale è quello di percepire in anticipo l’andamento declinante di un settore con opportuni strumenti di pianificazione, ad esempio l’analisi di scenario. L’azienda dovrà programmare non solo le strategie possibili, ma anche il momento in cui rendere operativa la decisione.

Le strategie vincenti in questi frangenti sono:

1. La strategia di leadership:

2. La strategia di nicchia;

3. La strategia di raccolto;

4. La strategia di disinvestimento veloce.

Esse sono assai diverse non solo negli obiettivi, ma anche nelle loro implicazioni per gli investimenti. I dirigenti aziendali possono seguirle singolarmente o in modo sequenziale.

Per scoprire nel dettaglio queste diverse strategie scarica subito GRATIS su Amazon, il nostro nuovo eBook ‘Prevenzione delle crisi d’impresa’, clicca qui: http://www.amazon.it/Prevenzione-Gestione-Soluzioni-Aziendali-ebook/dp/B00C5EEADM/ref=sr_1_10

L’eBook è in promozione fino a Venerdì 12 Aprile, approfittane subito per avere la tua copia gratuita!

La nostra nuova collana di eBook ‘Gestione e Soluzione della crisi aziendale’ ha come obiettivo quello di farti capire che con l’aiuto di un esperto puoi salvare la tua azienda e guidarla verso acque più sicure. L’importante è elaborare un piano completo ed efficace e avere degli obiettivi raggiungibili per cui ricominciare a lottare.

Gli altri due volumi, ‘Le crisi d’impresa: analisi e cause‘ e ‘La previsione della crisi aziendale’ li trovi già su Amazon, clicca qui per scaricarli: http://www.amazon.it/s?_encoding=UTF8&field-author=Simone%20Brancozzi&search-alias=digital-text

Se la tua azienda è in sofferenza, se si trova in crisi di liquidità, se i debiti con fornitori ed erario ti attanagliano o anche se solamente inizi a percepire i primi sentori della crisi richiedi tutte le informazioni sul servizio Ristrutturazione Debiti del network www.consulentiaziendaliditalia.it, clicca qui: http://www.consulentiaziendaliditalia.it/ristrutturazione-debiti/

E’ tutto anche per questa settimana. E mi raccomando come sempre, non esitare a rispondere a questa e-mail in qualsiasi momento.

Seguimi anche sui Social Network:

Facebook:http://www.facebook.com/pages/Simone-Brancozzi/184684151574230?fref=ts
Twitter: https://twitter.com/SimoneBrancozzi
LinkedIn: http://www.linkedin.com/profile/view?id=87172466
Google+: https://plus.google.com/u/0/105014016379687586092
Youtube: http://www.youtube.com/user/ControlloAziendale

Per qualsiasi altra informazione puoi contattarci gratuitamente ai nostri recapiti:
Brancozzi & Partners Consulting srl 0734/605020
Prof. Simone Brancozzi 335/7589095
N° verde 800135806
Email: info@controlloaziendale.it
Siti web:

www.simonebrancozzi.com
www.controlloaziendale.it
www.webmarketingitaliano.it
www.consulentiaziendaliditalia.it
www.mioebook.com

Proporsi, formarsi, esternalizzare sono il futuro della nostra professione

Ecco cosa ho per te questa settimana:

1. Il nuovo commercialista deve proporsi ai nuovi clienti

2. Il valore della formazione per rivalutare la tua figura professionale!

3. Esternalizzare la contabilità è sicuro: ecco come avviene il controllo dei tuoi documenti

1. Il nuovo commercialista deve proporsi ai nuovi clienti

Il commercialista consulente aziendale non deve stare ad aspettare, ma DEVE ESSERE EGLI STESSO A PROPORRE NUOVI SERVIZI AI CLIENTI. Proporsi vuol dire aumentare le chances di guadagno.

I servizi di newsletter e di mailing sono molto utili a questo fine. Possiamo contattare le imprese per cui lavoriamo e proporre soluzioni ottimizzate per i loro targets. Il commercialista consulente aziendale deve essere colui che offre sempre quel qualcosa in più in termini di novità, efficienza e successo.

Con prodotti seri e con il massimo impegno professionale, noi commercialisti aumenteremo la stima che il cliente nutre verso di noi, fino a fargli esclamare: «Toh, il mio consulente aveva ragione! Mi ha proposto questo servizio e mi è stato davvero utile! Una svolta!»

Ciò genererà un circolo virtuoso, perché:

1. avremo continuamente nuove possibilità di stare nel mercato;

2. il cliente sarà più fidelizzato e naturalmente predisposto ad affidarci ulteriori incarichi (compresi quelli tributari);

3. oltre al guadagno, avremo un ritorno di investimento in termini di brand (marchi/immagine), perché saranno i clienti a consigliare i nostri servizi ai loro partners o ai conoscenti diretti.

Naturalmente, noi commercialisti dobbiamo investire moltissimo in qualità: truffare o fornire servizi che poi si rivelano inutili, danneggia soltanto la nostra immagine.

Puoi scoprire come farlo nel nostro eBook gratuito ‘Il Commercialista del Futuro’, clicca qui per scaricarlo: http://www.ilnuovocommercialista.it/ebook-il-commercialista-del-futuro/

E se condividi la nostra visione sul futuro della professione di Commercialista e cerchi una struttura che sia in grado di supportarti in questa tua trasformazione, contattaci subito sul nostro sito web www.ilnuovocommercialista.it

Guarda le zone libere a disposizione, stanno solo aspettando un consulente proprio come te!
Val seguente link: http://www.ilnuovocommercialista.it/zone-libere/

2. Il valore della formazione per rivalutare la tua figura professionale

Per offrire ai tuoi clienti servizi innovativi, ad alto valore aggiunto, che ti distinguino dalla figura del classico commercialista, quello vecchio stampo, hai la necessità di sentirti preparato su tutti quegli aspetti che questi servizi coinvolgono.

Sia con l’affiliazione che con l’adesione al nostro network (scopri le differenze su www.ilnuovocommercialista.it) potrai seguire un corso di formazione professionale GRATUITO senza muoverti dal tuo studio!

Ogni mese verranno organizzate lezioni di due ore in webinar riconosciute come credito per la formazione continua (2 crediti CFC mensili). Di queste 24 ore, 3 saranno dedicate alla formazione obbligatoria sulla deontologia professionale.

Le lezioni verteranno sul futuro della professione, sulla Ristrutturazione Debiti, sul Controllo di Gestione legato al cruscotto di controllo e sul Web Marketing.

Sarai dunque formato, direttamente dal Prof. Simone Brancozzi, in modo da poter offrire ai tuoi clienti un vero servizio di assoluto valore!!!

Scopri questo incredibile opportunità e tutti gli altri benefit di cui godrai entrando a far parte del più grande network di consulenti aziendali d’Italia, vai su www.ilnuovocommercialsita.it

3. Esternalizzare la contabilità è sicuro: ecco come avviene il controllo dei tuoi documenti

Ecco come funziona il nostro servizio:

Fase 4: il controllo

I nostri operatori della società Libra & Aries Consulting NUIS L22118503D potranno operare in remoto, tramite rete privata e sicura VPN, direttamente nel tuo server o a tua scelta elaboreranno i dati che tu ci invierai nei nostri server residenti in Italia.

La struttura a cui verranno inviati i documenti si sviluppa su 3 livelli di controllo:

· 1° livello – Operatore (si occupa dell’immissione dei dati su Server residenti in Italia)

· 2° livello – Consulente (si occupa del controllo contabile di 1° livello)

· 3° livello – ‘Advisor’ Dottore Commercialista (si occupa del controllo di 2° livello e certifica la corretta tenuta della contabilità)

I rapporti tra il tuo studio e la nostra struttura, anche per eventuali chiarimenti o problemi, avverranno solo attraverso le figure del Consulente (2° livello) e dell’Advisor (3° livello), che avranno sotto la propria responsabilità l’operatore. I documenti dei tuoi clienti dovranno pertanto essere inviati dal tuo studio al nostro consulente.

Se, dunque, vorrai, il tuo cliente non saprà mai che il tuo studio si avvale di una struttura esterna!

Per scoprire nel dettaglio tutte le altre fasi del nostro servizio clicca qui: http://www.ilnuovocommercialista.it/esternalizzazione-contabilita/

Esternalizzare le tue contabilità è possibile, noi lo stiamo già facendo con ottimi risultati e vorremo condividere con te questa opportunità.

Cosa ne pensi? Quali sono le tue perplessità?

Contattaci su http://www.ilnuovocommercialista.it/esternalizzazione-contabilita/ e ti forniremo tutte le risposte di cui hai bisogno!

E’ tutto anche per questa settimana. E mi raccomando come sempre, non esitare a rispondere a questa e-mail in qualsiasi momento.

Seguici anche sui Social Network:

Facebook:https://www.facebook.com/pages/Il-Commercialista-la-tribù-dei-Commercialisti/155869317820754
Twitter: https://twitter.com/eCommercialisti
LinkedIn: http://www.linkedin.com/groups/Commercialista-tribù-dei-Commercialisti-4031096

Siti web:

www.ilnuovocommercialista.it
www.consulentiaziendaliditalia.it

Stai attento al decadimento prodotti, racconta storie autentiche e benedici il web marketing!

www.simonebrancozzi.com

Ecco cosa ho per te questa settimana:

Le crisi da decadimento dei prodotti
Il bisogno di raccontare storie autentiche
Benedetto il mio sistema di web marketing!

1. Le crisi da decadimento dei prodotti

Le crisi da decadimento dei prodotti traggono origine dalla riduzione dei margini positivi tra prezzi e costi al di sotto del limite necessario per la copertura dei costi fissi o comuni, non imputati al prodotto, e utili a garantire una sufficiente misura di utile.

La mancanza di tali margini positivi trascina l’azienda nelle fasi preliminari della crisi facendo, dapprima comparire degli squilibri e, successivamente, provocando perdite.

Gli strumenti operativi che consentono di misurare la redditività di un prodotto sono il margine lordo ed il margine di contribuzione.

Attraverso questi semplici indicatori possiamo aiutarti a capire perché la tua azienda si trova in crisi e come risanarla. Con il nostro servizio ‘Ristrutturazione Debiti’, andiamo ad analizzare le cause che hanno messo in difficoltà la tua azienda e a proporti soluzioni per uscirne.

Molti imprenditori, moltissimi, anche di non piccole dimensioni, non conoscono quegli strumenti che possono aiutarli, che possono evitare la crisi dell’azienda e il suo fallimento.

Se la tua azienda è in sofferenza, se si trova in crisi di liquidità, se i debiti con fornitori ed erario ti attanagliano o anche se solamente inizi a percepire i primi sentori della crisi richiedi tutte le informazioni sul servizio Ristrutturazione Debiti del network www.consulentiaziendaliditalia.it, clicca qui: http://www.consulentiaziendaliditalia.it/ristrutturazione-debiti/

Inoltre la nostra nuova collana di eBook ‘Gestione e Soluzione della crisi aziendale’ ha come obiettivo quello di farti capire che con l’aiuto di un esperto puoi salvare la tua azienda e guidarla verso acque più sicure. L’importante è elaborare un piano completo ed efficace e avere degli obiettivi raggiungibili per cui ricominciare a lottare.

I primi due volumi, ‘Le crisi d’impresa: analisi e cause’ e ‘La previsione della crisi aziendale’ li trovi già su Amazon, clicca qui per scaricarli: http://www.amazon.it/s?_encoding=UTF8&field-author=Simone%20Brancozzi&search-alias=digital-text

2. Il bisogno di raccontare storie autentiche

Oggi le informazioni viaggiano su molteplici canali e i consumatori possono conoscere la storia dell’organizzazione da diverse fonti.

Diventa allora imprescindibile raccontare una storia aziendale autentica perché in qualunque momento ciò che abbiamo affermato può essere smentito da chiunque.

Inoltre, non ci si può più permettere di fare delle promesse e di non mantenerle o dire una cosa per poi farne un’altra: nell’era di Internet le bugie hanno le gambe corte.

La storia aziendale che viene proposta al pubblico deve necessariamente essere autentica e corrispondere alla realtà.

Se senti il bisogno di essere aiutato nella gestione della tua attività, se non riesci più a stare al passo con i ritmi frenetici e con il nuovo modo di fare impresa, prova con il nostro servizio Tutoraggio Aziendale, per tutte le info clicca qui:http://www.controlloaziendale.it/servizi/tutoraggio-aziendale/

Il mondo è cambiato per cui è cambiato il modo di gestire la tua impresa! Con il nuovo eBook ‘Guida alla gestione dell’impresa del futuro‘ capirai come il web marketing, la gestione dei collaboratori e il modo di innovare saranno le nuove sfide chiave da affrontare per far sì che la tua impresa possa affermarsi nei prossimi anni!

Cogli al volo dunque questa grande opportunità, clicca qui: http://www.amazon.it/Guida-gestione-dellImpresa-Futuro-ebook/dp/B00AQZE66S/ref=sr_1_3?ie=UTF8&qid=1356088072&sr=8-3

3. Benedetto il mio sistema di web marketing!

Un giorno mi scrive un signore a me sconosciuto che avendo visto alcuni miei video mi dice: ‘o lei è matto o è un fenomeno’.

Mi vuole conoscere di persona per parlarmi di un suo progetto sulla consulenza (poi ho scoperto che era concorrenziale al mio…)

All’inizio non mi spiega bene cosa vuol fare ed iniziamo a frequentarci… Alla fine, oggi, collaboriamo e lui ha cambiato il suo progetto integrandolo con le mie competenze. Lavoriamo insieme per il reciproco vantaggio.

E senza Web Marketing tutto ciò sarebbe stato impossibile!

Questo esempio vuole dimostrarvi l’essenzialità e le potenzialità di avere un sistema di web marketing professionale e ben integrato, oggi sempre più necessario per rimanere competitivi e conquistare nuovi clienti!

Se vuoi far sì che nuovi clienti ti trovino qui su internet hai bisogno di chi si occupi del tuo web marketing e di affidarti a professionisti del settore, clicca qui: http://www.webmarketingitaliano.it/trova-clienti/

Per imparare a sfruttare il Web Marketing e migliorare il tuo business organizziamo per te e per la tua azienda anche corsi e seminari, sia di gruppo che personalizzati!

Per tutte le info sui nostri corsi clicca qui: http://www.webmarketingitaliano.it/corsi-e-seminari/

Per sapere come come comunicare e raggiungere al meglio i vostri potenziali clienti leggi gli eBook della collana ‘Web Marketing per imprenditori e professionisti’, su Amazon, al seguente link: http://www.amazon.it/s?_encoding=UTF8&field-author=Simone+Brancozzi&search-alias=digital-text

Ultima uscita ‘L’importanza dei contenuti nel web marketing’, gratis fino a Mercoledì 3 Aprile, clicca qui per scaricarlo: http://www.amazon.it/Limportanza-contenuti-imprenditori-professionisti-ebook/dp/B00C2S82PS/ref=sr_1_9?ie=UTF8&qid=1364571707&sr=8-9

E’ tutto anche per questa settimana. E mi raccomando come sempre, non esitare a rispondere a questa e-mail in qualsiasi momento.

Seguimi anche sui Social Network:

Facebook:http://www.facebook.com/pages/Simone-Brancozzi/184684151574230?fref=ts
Twitter: https://twitter.com/SimoneBrancozzi
LinkedIn: http://www.linkedin.com/profile/view?id=87172466
Google+: https://plus.google.com/u/0/105014016379687586092
Youtube: http://www.youtube.com/user/ControlloAziendale

Per qualsiasi altra informazione puoi contattarci gratuitamente ai nostri recapiti:
Brancozzi & Partners Consulting srl 0734/605020
Prof. Simone Brancozzi 335/7589095
N° verde 800135806
Email: info@controlloaziendale.it
Siti web:

www.simonebrancozzi.com
www.controlloaziendale.it
www.webmarketingitaliano.it
www.consulentiaziendaliditalia.it
www.mioebook.com