Fidelizza i tuoi clienti, migliora l’organizzazione del tuo lavoro e sfrutta l’esternalizzazione!

Ecco cosa ho per te questa settimana:

1. Il cliente è una risorsa preziosa, non un nemico.

2. Come organizzare e gestire al meglio il tuo lavoro ed il tuo studio!

3. Esternalizzare la contabilità ti conviene: ecco come funziona l’acquisizione dei documenti

1. Il cliente è una risorsa preziosa, non un nemico.

Il cliente, poiché ha bisogno del nostro servizio, fa sì che noi possiamo lavorare e vivere della nostra professione. Non dobbiamo perciò percepirlo come un nemico, ma come una risorsa preziosa; anzi, come un figlio piccolo e un po’ indisciplinato da educare amorevolmente.

La parola cliente non a caso deriva dal latino cliens, che indica chi si mette ubbidientemente al servizio di qualcun’altro. Il cliente è colui che si affida a chi sa fare più di lui: nel nostro caso, al consulente.

Così, se da una parte siamo consapevoli di non poter far a meno del cliente, dall’altra sappiamo che neppure quest’ultimo può fare a meno di noi, come un figlio non può prescindere dal padre. Immaginiamo di dover essere il padre/consigliere/consulente del nostro Re (cioè il cliente)!

Il nostro discorso non è ridicolo, ma è della massima importanza dal punto di vista psicologico: noi professionisti dobbiamo seguire i nostri assistiti – osiamo dire amorevolmente –, per aumentare la loro fidelizzazione. Il cliente, qualora non si sentisse trascurato, sa di poter contare sul suo commercialista: è più soddisfatto e pronto a seguire i nostri consigli. È qualcosa di più della “stima”, perché il cliente soddisfatto del nostro operato, è più disposto ad elargire compensi maggiori. Quanto più uno svolge un servizio di qualità, tanto più può chiedere compensi superiori alla media.

Se il cliente si fida di noi, ci lascia più ampia manovra di azione. Noi, pertanto, abbiamo l’obbligo di essere sempre al suo fianco, pronti ad avere una soluzione per ogni suo problema. E’ importante dunque cercare di fidelizzare al massimo il nostro cliente!

Puoi scoprire come farlo nel nostro eBook gratuito ‘Il Commercialista del Futuro’, clicca qui per scaricarlo: http://www.ilnuovocommercialista.it/ebook-il-commercialista-del-futuro/

E se condividi la nostra visione sul futuro della professione di Commercialista e cerchi una struttura che sia in grado di supportarti in questa tua trasformazione, contattaci subito sul nostro sito web www.ilnuovocommercialista.it

Guarda le zone libere a disposizione, stanno solo aspettando un consulente proprio come te!
Val seguente link: http://www.ilnuovocommercialista.it/zone-libere/

2. Come organizzare e gestire al meglio il tuo lavoro ed il tuo studio!

Sapresti dire con certezza quanto è il margine di utile di un tuo cliente?
Conosci la redditività dei tuoi collaboratori?
Quante pratiche svolgi che non ti fai mai pagare dai tuoi clienti?
Vorresti avere la possibilità di archiviare tutte le telefonate, i fax, le mail in entrata ed in uscita ai tuoi clienti per ogni pratica svolta?
L’organizzazione del tuo lavoro e dell’attività del tuo studio è alla base del tuo successo. Come puoi quindi migliorare sotto questo aspetto oggi fondamentale?

Semplice, attraverso un software esclusivo, dedicato ai commercialisti, che ti permette via web, quindi senza nessuna necessità di una nuova infrastruttura nel tuo studio, di controllare la redditività dei clienti e dei collaboratori e di conoscere il tempo, le telefonate, le azioni, le mail, i fax occorsi per effettuare una pratica e potendo così fatturare al cliente esattamente il tempo speso.

Un software, del valore di oltre 2.000 Euro, che potrai avere GRATIS con l’affiliazione al network www.ilnuovocommercialista.it

Scopri questo incredibile opportunità e tutti gli altri benefit di cui godrai entrando a far parte del più grande network di consulenti aziendali d’Italia, vai su www.ilnuovocommercialsita.it

3. Esternalizzare la contabilità ti conviene: ecco come funziona l’acquisizione dei documenti

Ecco come funziona il nostro servizio:

Fase 3: Acquisizione documenti

L’acquisizione dei documenti da elaborare può avvenire secondo due modalità:

  • Consegna dei documenti del cliente direttamente nello studio del professionista di riferimento. Nello studio verranno scannerizzati i documenti ed immediatamente inviati telematicamente alla struttura;
  • Il cliente stesso può scannerizzare tutti documenti, inviarli al professionista, che inoltrerà l’invio alla struttura. Questa secondo ipotesi risulta particolarmente conveniente per lo studio professionale, che non dovrà neanche preoccuparsi di gestire i documenti cartacei.
  • Se lo vorrai i nostri operatori potranno operare in remoto, tramite rete privata e sicura VPN, direttamente sul tuo computer e sul tuo software di contabilità

Per scoprire nel dettaglio tutte le altre fasi del nostro servizio clicca qui:
http://www.ilnuovocommercialista.it/esternalizzazione-contabilita/

Esternalizzare le tue contabilità è possibile, noi lo stiamo già facendo con ottimi risultati e vorremo condividere con te questa opportunità.

Cosa ne pensi? Quali sono le tue perplessità?

Contattaci suhttp://www.ilnuovocommercialista.it/esternalizzazione-contabilita/ e ti forniremo tutte le risposte di cui hai bisogno!

E’ tutto anche per questa settimana. E mi raccomando come sempre, non esitare a rispondere a questa e-mail in qualsiasi momento.

Seguici anche sui Social Network:

Facebook:https://www.facebook.com/pages/Il-Commercialista-la-tribù-dei-Commercialisti/155869317820754
Twitter: https://twitter.com/eCommercialisti
LinkedIn:http://www.linkedin.com/groups/Commercialista-tribù-dei-Commercialisti-4031096

Siti web:

www.ilnuovocommercialista.it
www.consulentiaziendaliditalia.it

Caratteri speciali, il ‘sentito dire’ ed il ciclo delle 4D

Ecco cosa ho per te questa settimana:

1. Il ‘sentito dire’, per evitare spiacevoli sorprese per la tua azienda
2. Il ciclo delle 4D nell’Indagine elogiativa’
3. Caratteri speciali per una comunicazione speciale

1. Il ‘sentito dire’, per evitare spiacevoli sorprese per la tua azienda

Il “sentito dire”, è un metodo di raccolta di informazioni non sempre attendibile, ma che comunque può avere una propria validità quando si tratta di “saggiare l’aria” per capire dove tira il vento.

Prevedere la crisi dell’azienda è interesse primario dell’imprenditore, ma egli non è il solo ad essere interessato allo stato di salute della propria impresa.

Come ogni imprenditore ben sa, molti sono i soggetti terzi che hanno interesse a conoscere lo stato di salute dell’azienda: fornitori, istituti di credito, finanziatori.

A volte potrebbe bastare l’aver sentito dire che un’azienda X non paga i fornitori e/o i dipendenti da diversi mesi per fare le proprie valutazioni in relazione all’opportunità di fare affari con l’azienda in questione.

Certo però che, soprattutto dal punto di vista del titolare dell’azienda potenzialmente in crisi, affidarsi all’intuizione è piuttosto rischioso in quanto non offre garanzie.

Molti imprenditori, moltissimi, anche di non piccole dimensioni, non conoscono quegli strumenti che possono aiutarli, che possono evitare la crisi dell’azienda e il suo fallimento.

La nuova collana di eBook ‘Gestione e Soluzione della crisi aziendale’ ha come obiettivo quello di farti capire che con l’aiuto di un esperto puoi salvare la tua azienda e guidarla verso acque più sicure. L’importante è elaborare un piano completo ed efficace e avere degli obiettivi raggiungibili per cui ricominciare a lottare insieme.

I primi due volumi, ‘Le crisi d’impresa: analisi e cause’ e ‘La previsione della crisi aziendale’ li trovi già su Amazon, clicca qui per scaricarli: http://www.amazon.it/s?_encoding=UTF8&field-author=Simone+Brancozzi&search-alias=digital-text

E se la tua azienda è in sofferenza, se si trova in crisi di liquidità, se i debiti con fornitori ed erario ti attanagliano o anche se solamente inizi a percepire i primi sentori della crisi richiedi tutte le informazioni sul servizio Ristrutturazione Debiti del network www.consulentiaziendaliditalia.it, clicca qui:http://www.consulentiaziendaliditalia.it/ristrutturazione-debiti/

2. Il ciclo delle 4D nell’indagine elogiativa

L’indagine elogiativa (Appreciative Inquiry) all’interno di un’azienda serve ad attuare un cambiamento positivo.

Il presupposto fondamentale è che le organizzazioni in generale, e le aziende in particolare, non sono, nella loro essenza, dei problemi da risolvere ma, al contrario, delle entità create per rispondere alle esigenze della società.

L’Appreciative Inquiry si propone come fine quello di sfruttare i punti di forza dell’organizzazione in modo tale da rendere irrilevanti le sue debolezze

Ed all’interno dell’indagine elogiativa si colloca il cosiddetto ‘Ciclo delle 4D’:

– Scoperta (Discovery). La prima fase prevede l’identificazione del “meglio di ciò che è stato e di ciò che è” (the best of what has been and what is).

Per fare ciò l’organizzazione dovrà mobilitare tutti coloro che hanno un interesse nella stessa al fine di identificare i punti di
forza e le pratiche migliori.

– Sogno (Dream). “Che cosa il mondo vuole che diventiamo?” (what is the world calling us to become?).

Partendo dalle potenzialità individuate nella fase di scoperta, e tenendo conto delle sfide che il mondo propone, si costruisce una visione chiara e orientata ad ottenere determinati risultati.

– Disegno (Design). Creare delle proposte possibili per una organizzazione ideale, articolando un progetto di organizzazione che le persone percepiscano come utilizzabile ed evidenziare il nucleo positivo come strumento per realizzare il sogno.

– Destino (Destiny). Rafforzare la capacità positiva dell’intero sistema per consentire al sistema stesso di sostenere lo slancio verso il cambiamento positivo in corso e la migliore performance

Per conoscere come svolgere al meglio l’indagine elogiativa all’interno della tua azienda e quali sono i successivi passi acquista subito il nostro nuovo eBook ”Guida alla gestione dell’impresa del futuro’ capirai come il web marketing, la gestione dei collaboratori e il modo di innovare saranno le nuove sfide chiave da affrontare per far sì che la tua impresa possa affermarsi nei prossimi anni!

Cogli al volo dunque questa grande opportunità, clicca qui: http://www.amazon.it/Guida-gestione-dellImpresa-Futuro-ebook/dp/B00AQZE66S/ref=sr_1_3?ie=UTF8&qid=1356088072&sr=8-3

Se ti senti impreparato su questi aspetti o vuoi essere aiutato nella gestione della tua attività prova con il nostro servizio Tutoraggio Aziendale, per tutte le info clicca qui:http://www.controlloaziendale.it/servizi/tutoraggio-aziendale/

3. Caratteri speciali per una comunicazione speciale!

I caratteri “chiocciola” e “cancelletto” su Twitter vengono posizionati prima di una parola specifica, ed hanno due funzioni diverse:

‘@’ viene usato per “citare” un determinato utente all’interno di tweet. In tal modo l’utente menzionato vedrà il vostro messaggio nelle propria lista menzioni, indipendentemente dal fatto che stia “seguendo” il nostro profilo o meno.

Avendo letto il vostro tweet e sentendosi chiamato in causa l’utente citato potrebbe rispondere citando a sua volta il vostro nome utente e il messaggio apparirebbe nella vostra lista menzioni.

In entrambi i casi si tratta di un tweet comune, ma la presenza della citazione lo rende speciale, almeno per coloro che sono citati.

‘#’ , il “cancelletto”, è nato da una consuetudine all’uso da parte degli utenti Twitter. Premettendo tale carattere ad una parola la si rende automaticamente linkata, ovvero cliccabile. Cliccando su una parola linkata all’interno di Twitter otterrete tutti i tweet che contengano quella specifica parola, ordinati secondo un criterio cronologico dal più recente a quello più remoto.

Ogni parola preceduta da # prende il nome di hashtag. L’uso degli hashtag, o meglio il corretto uso degli hashtag, è fondamentale per realizzare una strategia di web marketing efficace anche mediante l’utilizzo di Twitter. Pubblicare un tweet con o senza hashtag influisce in modo significativo sulla visibilità dello stesso all’interno della comunità di Twitter.

Questi due strumenti sono fondamentali per dare la massima visibilità alla tua comunicazione!

Per sapere come come comunicare e raggiungere al meglio i vostri potenziali clienti su Twitter, ecco il nostro nuovo eBook ‘Trovare Clienti con Twitter’, acquistabile ora su Amazon.it

‘Trovare clienti su Twitter’ è il terzo volume della collana ‘Web Marketing per imprenditori e professionisti’

Se vuoi formarti sul Web Marketing acquista dunque gli eBook di Simone Brancozzi al seguente link: http://www.amazon.it/s?_encoding=UTF8&field-author=Simone+Brancozzi&search-alias=digital-text

Ti ricordiamo, inoltre che fino a Martedì 26 Marzo su Amazon in omaggio trovi il nostro nuovo eBook ‘Trovare clienti con Facebook’, clicca qui per scaricarlo subito Gratis:http://www.amazon.it/Facebook-marketing-imprenditori-professionisti-ebook/dp/B00BXP5POC/ref=sr_1_8?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1364043762&sr=1-8

Se vuoi far sì che nuovi clienti ti trovino qui su internet hai bisogno di un sistema professionale di web marketing e di affidarti a professionisti del settore, clicca qui:http://www.webmarketingitaliano.it/trova-clienti/

Per imparare a sfruttare il Web Marketing e migliorare il tuo business organizziamo per te e per la tua azienda corsi e seminari, sia di gruppo che personalizzati!
Per tutte le info sui nostri corsi clicca qui:http://www.webmarketingitaliano.it/corsi-e-seminari/

E’ tutto anche per questa settimana. E mi raccomando come sempre, non esitare a rispondere a questa e-mail in qualsiasi momento.

Seguimi anche sui Social Network:

Facebook:http://www.facebook.com/pages/Simone-Brancozzi/184684151574230?fref=ts
Twitter: https://twitter.com/SimoneBrancozzi
LinkedIn: http://www.linkedin.com/profile/view?id=87172466
Google+: https://plus.google.com/u/0/105014016379687586092
Youtube: http://www.youtube.com/user/ControlloAziendale

Per qualsiasi altra informazione puoi contattarci gratuitamente ai nostri recapiti:
Brancozzi & Partners Consulting srl 0734/605020
Prof. Simone Brancozzi 335/7589095
N° verde 800135806
Email: info@controlloaziendale.it
Siti web:

www.simonebrancozzi.com
www.controlloaziendale.it
www.webmarketingitaliano.it
www.consulentiaziendaliditalia.it
www.mioebook.com

La forza del web marketing, del network e della tua consulenza

Ecco cosa ho per te questa settimana:

1. La forza del Web Marketing nella nostra professione

2. L’unione fa la forza: il network

3. Fai forza al tuo cliente nella gestione della sua azienda

1. La forza del Web Marketing nella nostra professione

Sapete come ho acquisito uno dei miei più importanti clienti? Grazie al Web Marketing!

Ecco come è successo…

Tra le varie cose di cui mi occupo sono anche insegnante di Economia Aziendale presso l’Istituto Tecnico Commerciale di Fermo. Un giorno ho deciso di riprendere una mia lezione a scuola sui ratei e risconti e di pubblicarla per i miei ragazzi sul mio canale Youtube.

Il video in questione ha da subito riscosso un grande successo ed oggi conta ben oltre 18.500 visualizzazioni!!!

Provate a scrivere nella vostra ricerca Google ‘Ratei e Risconti’… troverete tra i primi risultati proprio il mio video (che puoi vedere direttamente al seguente link: http://www.youtube.com/watch?v=3n4VflcFwRA)

La stessa cosa è successa per questo mio cliente, acquisito perché il suo direttore amministrativo voleva rinfrescarsi la memoria proprio sul tema dei ‘ratei e risconti’ e che guardando il video è poi risalito a me e ai miei servizi grazie al mio ben integrato sistema di web marketing!

Infatti tramite questo video il cliente è entrato nel mio canale Youtube (link http://www.youtube.com/user/ControlloAziendale) dove ha trovato tutti gli altri miei video e tutti i riferimenti tra cui il mio sito aziendale www.controlloaziendale.it.

Da lì ha avuto accesso a tutti i servizi da me offerti e, soprattutto, tutte le mie newsletter, così da essere in grado di decidere di avvalersi della mia competenza in materia di consulenza aziendale.

Tutto questo dimostra l’importanza, anche per la nostra professione, di avere un sistema di web marketing che funzioni davvero!

Posso tranquillamente affermare che la mia attività continua ad esistere proprio grazie alla nuova e continua linfa vitale che il mio sistema di web marketing produce!

Se anche tu vuoi avvalerti di un sistema professionale di web marketing entrando a far parte del network di www.ilnuovocommercialista.it, tra i numerosi benefit anche la possibilità di avere gratuitamente un sistema di web marketing personalizzato, per aumentare la tua fama e la tua autorevolezza, del valore di oltre 6.000 Euro!!!

Scopri tutte le info su www.ilnuovocommercialista.it.

2. L’unione fa la forza: il network

La carta vincente del futuro sarà il lavoro di squadra: mettere insieme tanti professionisti, diversi per specializzazione, i quali collaborano e mettono in comune i loro saperi.

Così, per esempio, per eseguire una ristrutturazione dei debiti, un commercialista tributarista potrà associarsi ad uno esperto nella risoluzione delle crisi aziendali; o, per sviluppare una campagna di web marketing, chiederà la collaborazione di un marketer.
Successivamente, si renderà necessaria la collaborazione di un informatico, di un avvocato, di un grafico, di un ingegnere logistico e così via.

Stiamo in pratica descrivendo un network, una rete di persone in relazione fra loro, che lavorano scambiandosi informazioni. Più un network è grande, più possibilità ha di gestire problemi complessi, in cui è indispensabile l’approccio trans-disciplinare.
Se sono da solo posso svolgere una sola operazione; ma se faccio parte di un gruppo, ogni membro può cooperare ad un progetto più complesso.

Una visione che puoi condividere con noi sul nostro sito web www.ilnuovocommercialista.it e che trovi nel nostro eBook gratuito ‘Il Commercialista del Futuro’, clicca qui per scaricarlo:http://www.ilnuovocommercialista.it/ebook-il-commercialista-del-futuro/

3. Fai forza al tuo cliente nella gestione della sua azienda

Una esigenza fondamentale dell’imprenditore è quella di tenere sotto controllo tutta la gestione aziendale nei minimi particolari. Potrai soddisfare questa esigenza dei tuoi clienti realizzando cruscotti di controllo aziendali che permetteranno loro di:

– Conoscere ogni giorno l’utile o la perdita
– Programmare e conoscere il fabbisogni finanziario dell’azienda in ogni momento
– Misurare il grado di funzionamento dei processi interni quali: Approvvigionamento, Produzione, Amministrazione, Vendita, Formazione, Innovazione
– Determinare il costo dei i servizi/prodotti e analizzare la convenienza a detenere o meno un prodotto in portafoglio
– Pianificare con serenità il futuro aziendale e tutte le problematiche relative al passaggio generazionale

Tra i molteplici benefit di cui godrai affiliandoti al nostro network www.ilnuovocommercialista.it TRE CRUSCOTTI GRATUITI CHE POTRAI VENDERE AI TUOI CLIENTI.

PER OGNI CRUSCOTTO POTRESTI TRANQUILLAMENTE INCASSARE DALLE 300,00 ALLE 500,00 EURO MENSILI E RIPAGARTI COSÌ L’AFFILIAZIONE.
Con l’affiliazione potrai disporre subito di 3 servizi di Cruscotto Aziendale gratuiti senza costi aggiuntivi!

Se sei a caccia di nuovi clienti e vuoi migliorare il tuo servizio verso quelli che già possiedi scopri tutte le informazioni sul nostro network di consulenti, clicca qui: http://www.ilnuovocommercialista.it/

Guarda le zone libere a disposizione, stanno solo aspettando un consulente proprio come te!

Val seguente link: http://www.ilnuovocommercialista.it/zone-libere/

E’ tutto anche per questa settimana. E mi raccomando come sempre, non esitare a rispondere a questa e-mail in qualsiasi momento.

Seguici anche sui Social Network:

Facebook:https://www.facebook.com/pages/Il-Commercialista-la-tribù-dei-Commercialisti/155869317820754
Twitter: https://twitter.com/eCommercialisti
LinkedIn:http://www.linkedin.com/groups/Commercialista-tribù-dei-Commercialisti-4031096

Siti web:

www.ilnuovocommercialista.it
www.consulentiaziendaliditalia.it

I non clienti, il passaggio generazionale ed il #leading strumento di caccia

1. I non clienti per i tuoi prodotti

Vale la pena modificare l’approccio alla produzione provando a creare prodotti per il cliente, invece che cercare clienti per i prodotti.

Mi spiego meglio con un esempio. Pensate al latte di mucca: la maggior parte delle persone che consumano latte vaccino acquistano il latte intero, supponiamo ad esempio che il 60% di chi beve latte consumi abitualmente latte intero, che è quindi il latte di mucca più venduto.

Ora questo 60% del mercato viene conteso da diversi produttori; ammettiamo che la vostra azienda sia una delle dieci aziende che producono latte intero: la vostra fetta di mercato sarà intorno al 6%. Con una buona campagna di marketing potrete arrivare a conquistarvi il 10% del mercato.

Non male, ma … il restante 40% del mercato del latte? Che latte compra chi non compra il latte intero? È presto detto: chi non consuma latte intero acquista latte parzialmente scremato, latte scremato, latte al cacao, latte ad alta digeribilità, latte con aggiunta di fibre, latte con probiotici, latte alta qualità, latte crudo.

Prese singolarmente, le fette di mercato di questi prodotti posso sembrare esigue, perché in quel 40% sono compresi almeno una decina di prodotti simili, ma diversi.

Il punto però è che sommando tutte le varianti otteniamo una fetta di mercato piuttosto ampia che sarebbe un peccato non sfruttare.

Il mondo è cambiato per cui è cambiato il modo di gestire la tua impresa! Con il nuovo eBook ‘Guida alla gestione dell’impresa del futuro’ capirai come il web marketing, la gestione dei collaboratori e il modo di innovare saranno le nuove sfide chiave da affrontare per far sì che la tua impresa possa affermarsi nei prossimi anni!

Cogli al volo dunque questa grande opportunità, clicca qui:http://www.amazon.it/Guida-gestione-dellImpresa-Futuro-ebook/dp/B00AQZE66S/ref=sr_1_3?ie=UTF8&qid=1356088072&sr=8-3

Se ti senti impreparato su questi aspetti o vuoi essere aiutato nella gestione della tua attività prova con il nostro servizio Tutoraggio Aziendale, per tutte le info clicca qui:http://www.controlloaziendale.it/servizi/tutoraggio-aziendale/

2. Il leading, come cacciare nuovi utenti per il tuo sito

Il leading è l’attività di web marketing con cui è più facile identificare il web marketing nel suo complesso poiché è l’insieme delle azioni intraprese da un’azienda per diffondere il proprio messaggio tramite il web, con lo scopo di attrarre l’attenzione degli utenti di internet e indurli a visitare il proprio sito.

Il fine dell’attività di leading è quello di convincere il visitatore, il fan o il follower, che è arrivato nel posto giusto e rassicurarlo in modo da convincerlo a fornire i propri dati e contatti che verranno utilizzati nelle fasi successive del sistema di web marketing.

Quindi, lungi dall’identificarsi con il web marketing stesso, l’attività di leading è solo la fase iniziale del sistema, anche se è difficile negare il fatto che senza leading il web marketing non esisterebbe nemmeno.

Per sapere come svolgere al meglio l’attività di leading e come catturare i vostri potenziali clienti attraverso le giuste mosse di web marketing, ecco il nostro nuovo eBook ‘Le attività per fare Web Marketing’, da oggi acquistabile su Amazon.it

Se vuoi formarti sul Web Marketing acquista qui gli eBook di Simone Brancozzi e metti iI link: http://www.amazon.it/s?_encoding=UTF8&field-author=Simone+Brancozzi&search-alias=digital-text

Se vuoi far sì che nuovi clienti ti trovino qui su internet hai bisogno di un sistema professionale di web marketing e di affidarti a professionisti del settore, clicca qui:http://www.webmarketingitaliano.it/trova-clienti/

Per imparare a sfruttare il Web Marketing e migliorare il tuo business organizziamo per te e per la tua azienda corsi e seminari, sia di gruppo che personalizzati!
Per tutte le info sui nostri corsi clicca qui: http://www.webmarketingitaliano.it/corsi-e-seminari/

3. Il passaggio generazionale come fattore di crisi

La transazione generazionale nelle aziende familiari è legata ad un percorso che vive a stretto contratto, con generazioni che si susseguono.

In genere si spera, che tutti i frutti del duro lavoro scaturiti dal fondatore, prima generazione, vengano mantenuti, sotto forma di: know-how, capacità imprenditoriali, capacità di saper sfruttare al meglio le risorse disponibili, etc… Purtroppo questa prospettiva si va ad assottigliare nel tempo.

Un aspetto importante da non tralasciare risiede nel fatto che il susseguirsi di questi passaggi sono avvenuti in un arco temporale differente, con situazioni economiche differenti.

E’ evidente quindi che il passaggio generazionale è un formidabile fattore di Crisi, infatti molte ricerche scientifiche sostengono che solo il 30% delle imprese familiari sopravviva al passaggio alla seconda generazione e solo il 15% supera la seconda generazione.

Perché accade questo?

Con l’eBook ‘Le crisi d’impresa: analisi e cause’ (per scaricare clicca qui: http://www.webmarketingitaliano.it/corsi-e-seminari/ ) si cercherà di comprendere il motivo per cui, all’interno del sistema aziendale, si verificano degli squilibri e delle inefficienze tali da generare perdite economiche e, più in generale, dissesti aziendali.

L’analisi delle cause, oltre ad essere un’attività propedeutica per affrontare qualsiasi crisi aziendale, rappresenta un utilissimo studio che genera delle abilità, che consentono di evitare, nelle aziende in crisi, di commettere quegli errori che sono all’origine delle crisi aziendali.

Molti imprenditori, moltissimi, anche di non piccole dimensioni, non conoscono quegli strumenti che possono aiutarli, che possono evitare la crisi dell’azienda e il suo fallimento.

Che cosa aspetti allora? Scarica subito l’e-book, clicca qui: http://www.amazon.it/Le-crisi-dImpresa-analisi-ebook/dp/B00BHMC6JS/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1362215956&sr=8-1

Ti ricordiamo, inoltre che fino a Martedì 19 Marzo su Amazon in omaggio trovi il nostro nuovo eBook ‘Previsione della crisi aziendale’, II volume della collana ‘Gestione e soluzione delle crisi aziendali’. Non perdere questa grande occasione, clicca qui: http://www.amazon.it/Previsione-Aziendale-Soluzioni-Aziendali-ebook/dp/B00BTGIPWO/ref=sr_1_7?ie=UTF8&qid=1363339505&sr=8-7

E se la tua azienda è in sofferenza, se si trova in crisi di liquidità, se i debiti con fornitori ed erario ti attanagliano o anche se solamente inizi a percepire i primi sentori della crisi richiedi tutte le informazioni sul servizio Ristrutturazione Debiti del network www.consulentiaziendaliditalia.it, clicca qui: http://www.consulentiaziendaliditalia.it/ristrutturazione-debiti/

E’ tutto anche per questa settimana. E mi raccomando come sempre, non esitare a rispondere a questa e-mail in qualsiasi momento.

Seguimi anche sui Social Network:

Facebook:http://www.facebook.com/pages/Simone-Brancozzi/184684151574230?fref=ts
Twitter: https://twitter.com/SimoneBrancozzi
LinkedIn: http://www.linkedin.com/profile/view?id=87172466
Google+: https://plus.google.com/u/0/105014016379687586092
Youtube: http://www.youtube.com/user/ControlloAziendale

L’imprenditrice insoddisfatta, le accuse di Grillo e l’esternalizzazione della tua contabilità

Ecco cosa ho per te questa settimana:

1. Un’imprenditrice insoddisfatta
2. Anche Grillo lo dice: ‘IL COMMERCIALISTA NON SERVE PIU’…’
3. Esternalizzare la contabilità vuol dire avere un costo certo e variabile per il tuo studio

1. Un’imprenditrice insoddisfatta

Vi voglio raccontare quello che mi è successo qualche giorno, un chiaro esempio di come le cose per noi commercialisti stanno cambiando…

Mi contattava personalmente al telefono una signora, imprenditrice, per nulla soddisfatta del proprio commercialista che, a dir suo, si preoccupava troppo di quello che era stato e pochissimo di quello che dovrà essere.

In poche parole il commercialista forniva una consulenza puramente fiscale e contabile senza preoccuparsi di fornire soluzioni per l’immediato presente e per il futuro dell’azienda…

Quando ho chiesto a questa imprenditrice come mi avesse trovato, lei mi ha confessato di aver ricercato a lungo nella sua zona il consulente che secondo lei fosse stato adatto ai suoi bisogni, senza però fortuna.

Per questi motivi si era dunque buttata alla ricerca di questa figura su internet, ed intercettata dal mio sistema di web marketing era poi giunta a me.

Quello che più mi ha sorpreso è stata la sua frase ‘ho scelto lei perché è come se la conoscessi da sempre’. Questa imprenditrice, che potenzialmente diverrà mia nuova cliente, ha infatti raccolto tutte le informazioni su di me, letto tutte le mie news, guardato tutti i miei video.

Una chiara testimonianza che voglio rivolgere a coloro che deridono la nostra visione di come deve e dovrà essere reinventata la figura del commercialista e che pensano ancora che chi fa solo contabilità e fiscale abbia un futuro.

Una visione che puoi condividere con noi sul nostro sito web www.ilnuovocommercialista.it e che trovi nel nostro eBook gratuito ‘Il Commercialista del Futuro’, clicca qui per scaricarlo: http://www.ilnuovocommercialista.it/ebook-il-commercialista-del-futuro/

2. Anche Grillo lo dice: ‘IL COMMERCIALISTA NON SERVE PIU’…’

Ecco un video nel quale anche Beppe Grillo da addosso alla figura del commercialista, dimostrando la percezione che si ha oggi della nostra professione.

Noi del network www.ilnuovocommercialista.it da diverso tempo stiamo portando avanti questa campagna, il commercialista vecchio stampo è ormai destinato a finire, occorre reinventarsi, fornire ai nostri clienti servizi innovativi, ad alto valore aggiunto.

Il network www.ilnuovocommercialista.it nasce proprio con queste ben precise intenzioni, puntare su servizi come la Ristrutturazione Debiti, il Web Marketing, il Controllo economico di Gestione, l’internazionalizzazione, la Consulenza finanziaria indipendente, nuovi servizi che siano compresi dal cliente come indispensabili per la sua azienda e siano in grado di riqualificare la nostra figura professionale ai suoi occhi!

Vi lasciamo intanto con questo video:http://www.youtube.com/watch?annotation_id=annotation_701003&feature=iv&src_vid=LejaT0ttWWw&v=Fio1Iy6uSlw

3. Esternalizzare la contabilità vuol dire avere un costo certo e variabile per il tuo studio

Ecco come funziona il nostro servizio:

Fase 1 – Contrattualizzazione
Partendo subito dalla questione più importante: “Quanto mi costa questo servizio?”

Semplice, pagherai X per ogni riga giornale (da € 0,30 a € 0,50 a seconda del tipo di contabilità), con un doppio vantaggio per te commercialista: avrai un COSTO VARIABILE ed un COSTO CERTO

COSTO VARIABILE: paghi solo per i clienti che hai, senza più costi fissi di struttura!
COSTO CERTO: sai esattamente quanto ogni cliente ti costa, dandoti dunque la possibilità di valutare se un cliente sia conveniente o meno.

Per coprire nel dettaglio tutte le altre fasi del nostro servizio clicca qui: http://www.ilnuovocommercialista.it/esternalizzazione-contabilita/

Esternalizzare le tue contabilità è possibile, noi lo stiamo già facendo con ottimi risultati e vorremo condividere con te questa opportunità.

Cosa ne pensi? Quali sono le tue perplessità?
Contattaci su http://www.ilnuovocommercialista.it/esternalizzazione-contabilita/ e ti forniremo tutte le risposte di cui hai bisogno!

La formazione del tuo personale, le crisi da sovraccapacità e l’importanza dei contenuti

1. La formazione del tuo personale

La scelta della persona da assumere, però, è solo l’inizio della storia. Una volta assunto, il vostro collaboratore dovrà essere formato. Ed è qui che si richiede lo sforzo maggiore da parte dell’imprenditore.

Non si tratta soltanto di formare dal punto di vista tecnico-pratico. Si tratta innanzitutto di illustrare al nuovo arrivato quale sia la filosofia alla base del vostro lavoro e della vostra azienda. Qui una cosa deve essere chiara: ognuno è libero di fare e pensare quello che vuole, ma sul posto di lavoro ci sono delle regole che vanno rispettate.

Il mondo è cambiato per cui è cambiato il modo di gestire la tua impresa! Con il nuovo eBook ‘Guida alla gestione dell’impresa del futuro’ capirai come il web marketing, la gestione dei collaboratori e il modo di innovare saranno le nuove sfide chiave da affrontare per far sì che la tua impresa possa affermarsi nei prossimi anni!

Cogli al volo dunque questa grande opportunità, clicca qui: http://www.amazon.it/Guida-gestione-dellImpresa-Futuro-ebook/dp/B00AQZE66S/ref=sr_1_3?ie=UTF8&qid=1356088072&sr=8-3 

Se ti senti impreparato su questi aspetti o vuoi essere aiutato nella gestione della tua attività prova con il nostro servizio Cruscotto di Controllo, per tutte le info clicca qui: http://www.controlloaziendale.it/servizi/cruscotto-di-controllo/

 

2. Le crisi da sovraccapacità

Le crisi aziendali da sovraccapacità o rigidità traggono origine da una delle seguenti situazioni:

• duratura e riduzione del volume della domanda per l’azienda (con conseguente riduzione reale dei ricavi), originata da fenomeni di sovraccapacità produttiva a livello dell’intero settore;
• duratura e riduzione della domanda per l’azienda connessa alla perdita di quota di mercato;
sviluppo dei ricavi inferiore alle attese, a fronte d’investimenti fissi precostituiti per maggiori dimensioni;
• un particolare caso di rigidità, peraltro non connesso a situazione di sovraccapacità, si ha per aumenti di costi non controbilanciati da variazioni dei prezzi soggetti a controlli pubblici.

Con l’eBook ‘Le crisi d’impresa: analisi e cause’ (per scaricare clicca qui: http://www.amazon.it/Le-crisi-dImpresa-analisi-ebook/dp/B00BHMC6JS/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1362215956&sr=8-1 ) si cercherà di comprendere il motivo per cui, all’interno del sistema aziendale, si verificano degli squilibri e delle inefficienze tali da generare perdite economiche e, più in generale, dissesti aziendali.

L’analisi delle cause, oltre ad essere un’attività propedeutica per affrontare qualsiasi crisi aziendale, rappresenta un utilissimo studio che genera delle abilità, che consentono di evitare, nelle aziende in crisi, di commettere quegli errori che sono all’origine delle crisi aziendali.

Molti imprenditori, moltissimi, anche di non piccole dimensioni, non conoscono quegli strumenti che possono aiutarli, che possono evitare la crisi dell’azienda e il suo fallimento.

Che cosa aspetti allora? Scarica subito l’e-book, clicca qui: http://www.amazon.it/Le-crisi-dImpresa-analisi-ebook/dp/B00BHMC6JS/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1362215956&sr=8-1

E se la tua azienda è in sofferenza, se si trova in crisi di liquidità, se i debiti con fornitori ed erario ti attanagliano o anche se solamente inizi a percepire i primi sentori della crisi richiedi tutte le informazioni sul servizio Ristrutturazione Debiti del network www.consulentiaziendaliditalia.it, clicca qui: http://www.consulentiaziendaliditalia.it/ristrutturazione-debiti/

 

3. L’immagine è nulla senza contenuti

Non crediate di poter attirare gli internauti con qualche bella immagine o una grafica all’avanguardia perché una volta svanito l’effetto meraviglia (ed è una questione di pochi secondi) il visitatore passerà al sito successivo per cercare informazioni “VERE”. 

Ricordate: i visitatori che entrano in un sito internet, su Youtube per vedere un video, su di un blog, su una fan page di facebook, su una discussione di Linkedin o su un Board di Pinterest, non lo fanno per acquistare, ma per informarsi; quindi è inutile strutturare il sito come se fosse un negozio con la merce in esposizione.

Per sapere come informare al meglio i vostri potenziali clienti attraverso le giuste mosse di web marketing, ecco il nostro nuovo eBook ‘Le attività per fare Web Marketing’, da oggi acquistabile su Amazon.it

Clicca qui per acquistare: http://www.amazon.it/attività-marketing-imprenditori-professionisti-ebook/dp/B00BKY96ZK/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1362727047&sr=8-1 
Se vuoi far sì che nuovi clienti ti trovino qui su internet hai bisogno di un sistema professionale di web marketing e di affidarti a professionisti del settore, clicca qui: http://www.webmarketingitaliano.it/trova-clienti/

Per imparare a sfruttare il Web Marketing e migliorare il tuo business organizziamo per te e per la tua azienda corsi e seminari, sia di gruppo che personalizzati!
Per tutte le info sui nostri corsi clicca qui: http://www.webmarketingitaliano.it/corsi-e-seminari/

Il trionfo delle grandi idee, gli effetti dell’ insolvenza e l’uomo moderno di marketing

Ecco cos’ho per te questa settimana:

1. Il trionfo delle grandi idee
2. Non arrivare all’insolvenza, ecco cosa accade!
3. Il moderno uomo di marketing nella tua organizzazione aziendale

1. Il trionfo delle grandi idee

Il successo delle organizzazioni basate sulla produzione dipende spesso dalle piccole idee: piccoli cambiamenti nel prodotto o nelle modalità di produzione possono aumentare le vendite o la produttività.

In un mercato sovraffollato le piccole idee non bastano. Ci vogliono grandi idee che catturino l’attenzione dei consumatori.Le grandi idee, da sempre alla base del marketing, esistono ancora, ma non si basano più esclusivamente sulla pubblicità.

Le grandi idee pubblicitarie funzionavano quando la pubblicità regnava incontrastata nel mondo del marketing: quando la scelta era limitata e il pubblico di consumatori era vastissimo e attento.

Ora che la pubblicità ha perso la propria centralità come strumento di marketing, le grandi idee devono necessariamente essere insite nel prodotto o nella stessa struttura dell’organizzazione.

Il mondo è cambiato per cui è cambiato il modo di gestire la tua impresa! Con il nuovo eBook ‘Guida alla gestione dell’impresa del futuro’ capirai come il web marketing, la gestione dei collaboratori e il modo di innovare saranno le nuove sfide chiave da affrontare per far sì che la tua impresa possa affermarsi nei prossimi anni!

Cogli al volo dunque questa grande opportunità, clicca qui:http://www.amazon.it/Guida-gestione-dellImpresa-Futuro-ebook/dp/B00AQZE66S/ref=sr_1_3?ie=UTF8&qid=1356088072&sr=8-3

Se ti senti impreparato su questi aspetti o vuoi essere aiutato nella gestione della tua attività prova con il nostro servizio Tutoraggio Aziendale, per tutte le info clicca qui:http://www.controlloaziendale.it/servizi/tutoraggio-aziendale/

2. Non arrivare all’insolvenza, ecco cosa accade!

Saper riconoscere subito i primi sintomi di una crisi e trovare gli strumenti adatti per prevenire il suo aggravamento non è sicuramente semplice. Ma se si va oltre un certo limite, esplode l’insolvenza!

A questo punto, la crisi cessa di essere un fatto interno all’azienda e crea una serie di reazioni che vanno dall’incapacità di fronteggiare le scadenze, alla perdita di fiducia e di credito, dallo sfaldamento della struttura organizzativa, alla perdita progressiva della clientela. Tutto l’organismo aziendale è sconvolto, a tal punto che qualsiasi intervento appare difficile e, con possibilità di successo assai ridotte.

All’insolvenza può far seguito il dissesto, il cui rimedio è impossibile senza interventi dei creditori che acconsentano a tagli delle loro esposizioni. Anche in queste condizioni sono possibili interventi intesi a salvare e a risanare l’azienda.
Tali operazioni, però, non sono attuabili senza il ricorso a procedure concorsuali (salvo l’unanime disponibilità dei creditori a “cancellare” parte dei loro crediti)

Ecco per te in anteprima il nostro nuovissimo eBook ‘Le crisi d’impresa: analisi e cause’, per scaricare l’eBook da Amazon.it clicca qui: http://www.amazon.it/Le-crisi-dImpresa-analisi-ebook/dp/B00BHMC6JS/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1361346231&sr=8-1

E se la tua azienda è in sofferenza, se si trova in crisi di liquidità, se i debiti con fornitori ed erario ti attanagliano o anche se solamente inizi a percepire i primi sentori della crisi richiedi tutte le informazioni sul servizio Ristrutturazione Debiti del network www.consulentiaziendaliditalia.it, clicca qui:http://www.consulentiaziendaliditalia.it/ristrutturazione-debiti/

3. Il moderno uomo di marketing nella tua organizzazione aziendale

Il moderno uomo di marketing deve essere in grado di:
– diffondere nuove idee
– raccontare storie che la gente vuole ascoltare e alle quali vuole credere
– utilizzare il miglior medium disponibile per raggiungere le persone giuste al momento giusto
– produrre cose che la gente VUOLE acquistare in modo da poter incrementare le vendite
– tradurre tutto questo in un incremento delle vendite

Quanto detto ci conduce ad un altro aspetto molto importante: non è il marketing che deve sostenere l’organizzazione, ma, al contrario, è l’organizzazione che deve adeguarsi al marketing, in altre parole, occorre ridisegnare l’azienda in funzione del nuovo marketing.

Dopo l’enorme successo del nostro primo eBook ‘L’era del Web Marketing e la fine delle 4 P’ (su Amazon.it, clicca qui per scaricare: http://www.amazon.it/marketing-delle-imprenditori-professionisti-ebook/dp/B00A7XIENA) , ecco l’attesissimo “Le attività per fare Web Marketing”, secondo volume della collana ‘Web Marketing per Imprese e Professionisti’,

Fino a Martedì 5 Marzo su Amazon.it l’e-book è assolutamente gratuito! Per scaricarlo clicca qui: http://www.amazon.it/attività-marketing-imprenditori-professionisti-ebook/dp/B00BKY96ZK/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1362038558&sr=8-1

Da Mercoledì 6 Marzo l’eBook sarà acquistabile al prezzo di soli € 9.99! Non perdere dunque questa incredibile occasione di averlo GRATIS!!!

Affrettati allora, vai su Amazon (clicca qui:http://www.amazon.it/attività-marketing-imprenditori-professionisti-ebook/dp/B00BKY96ZK/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1362038558&sr=8-1 ) e scarica subito GRATIS il nuovissimo e-book ‘Le attività per fare web marketing’, scritto direttamente da me, Simone Brancozzi. La tua azienda non può più aspettare!

Se vuoi far sì che nuovi clienti ti trovino qui su internet hai bisogno di un sistema professionale di web marketing e di affidarti a professionisti del settore, clicca qui:http://www.webmarketingitaliano.it/trova-clienti/

Per imparare a sfruttare il Web Marketing e migliorare il tuo business organizziamo per te e per la tua azienda corsi e seminari, sia di gruppo che personalizzati!
Per tutte le info sui nostri corsi clicca qui:http://www.webmarketingitaliano.it/corsi-e-seminari/

E’ tutto anche per questa settimana. E mi raccomando come sempre, non esitare a rispondere a questa e-mail in qualsiasi momento.

Seguimi anche sui Social Network:

Facebook: http://www.facebook.com/pages/Simone-Brancozzi/184684151574230?fref=ts
Twitter: https://twitter.com/SimoneBrancozzi
LinkedIn: http://www.linkedin.com/profile/view?id=87172466
Google+: https://plus.google.com/u/0/105014016379687586092
Youtube: http://www.youtube.com/user/ControlloAziendale